mercoledì 22 gennaio 2014

La Casata Miles, nuovi stralci della genealogia di Desmond

Tutto ciò che è legato alla genealogia dei Soggetti Abstergo è utile per creare una mappa concettuale della narrazione di Assassin's Creed. In particolare quella di Desmond ha reso possibile fino ad ora il grosso degli sviluppi della saga, nel senso più ampio del termine. Alcuni espedienti sono stati infatti introdotti per favorire la fioritura di quello che ora conosciamo come turismo storico, cioè l'esperienza videoludica legata al viaggio da un setting storico all'altro. Per renderlo possibile era necessario introdurre personaggi che vivessero le loro avventure all'interno di quel contesto, da qui gli innesti lungo la genealogia di Desmond.
Molto di questo aspetto è stato dichiaratamente reso intuibile a partire da AC Revelations, che con lo specificare che Ezio e Altair non sono imparentati ha aperto la strada ad una ramificazione dell'albero genealogico pressoché infinita.

Con il recente Black Flag si sono aggiunti alcuni particolari legati all'eredità genetica di Desmond, mostrati sotto la luce della meterefenzialità che ha caratterizzato questo capitolo. Ma a voler essere rigorosi alcuni dettagli trapelano molto prima durante la fase di silenzio di Initiates che nel periodo di Closed Alpha mostrò solo a pochi alcuni particolari che ora sono di "dominio pubblico". L'articolo che segue andrà dunque a completare la genealogia a noi nota fino al 2011.

Uno dei C.Tag che ridefinisco la datazione, ora
inaccessibile su Initiates
Domenico Auditore e il costruttore anonimo: uno dei primi tasselli rivisitati attraverso Initiates sono quelli legati a Domenico Auditore (di cui trovate un dossier nella beta del progetto guida delle Verità), capostipite della casata da cui Ezio discende. Ai tempi di ACII (2009) un'approssimativa ricostruzione dei fatti metteva Domenico nella condizione di essere un bambino prodigio prima ed un ultra centenario dopo: come scritto nel dossier la data di nascita accreditata è il 1296, data presa di peso dalle varie incisioni custodite nella Cripta Auditore, tuttavia il database di ACII attribuiva la paternità della Villa Auditore a Domenico nonostante questa fosse datata 1290. Le ricostruzioni basate su quest'ultima data di riferimento collocavano la nascita di Domenico intorno al 1270. Queste date tuttavia entravano necessariamente in conflitto con la morte del suo mentore Dante Alighieri, morto nel 1321, nato dunque, seguendo questo ragionamento, solo 5 anni prima di Domenico, mandando così in malora la sua descrizione che lo ritraeva come un vecchio uomo. Initiates mette ordine a questi eventi: Domenico viene iniziato all'Ordine e preso sotto l'ala di Dante nel giugno 1321, solo tre mesi prima della sua morte. Il suo viaggio/naufragio avverrà nelle settimane subito seguenti la morte del mentore, siamo nel settembre 1321. Nel luglio del 1324 Domenico fonderà la casata Auditore e si insedierà in Firenze. Tre anni dopo nell'agosto del 1327 acquisterà Villa Auditore per restaurarla e farne la villa di famiglia. Quest'ultimo passaggio spazza via ogni dubbio, lasciandone aperto solo uno: se non è stato Domenico a costruire la villa chi c'è dietro il progetto primigenio dell'enorme reggia? Forse non lo sapremo mai.

Altair, il figlio di nessuno: con questo aggiornamento Ibn-la'Ahad (figlio di nessuno) diventa di fatto un cognome senza più alcun significato metaforico. Initiates chiarifica completamente le origini di Altair, di cui conosciamo il nome del padre, Umar, a partire da AC Revelations. Il sito Ubisoft introduce un nuovo personaggio, Maud, madre cristiana dell'aquila araba che muore dandolo alla luce l'11 Gennario del 1165. Di lei non si sa altro.

Unico particolare a oggi noto del viso di Maud tratto dai C.Tag ora inaccessibili.
Il dossier che scotta: con AC4 saltano fuori parecchie novità. Giocando apertamente sulla volontà di Ubisoft di sfruttare al massimo l'interesse sul turismo storico, Abstergo Entertainment si sostituisce alla software house di Montreal e ci fornisce un nuovo quadro di lettura della genealogia di Desmond.

Le righe qui a lato sono uno stralcio del dossier che si scambiano il dirigente della AE Olivier Garneau ed i suoi dipendenti che mette in luce alcune diramazioni dell'albero genealogico del defunto Miles.

La stirpe paterna è facilmente interpretabile: Rinascimento italiano e Impero Ottomano si riferiscono ad Ezio e Sofia Sartor, quest'ultima nata da famiglia veneta ma colone turca. Colonie americane/Guerra d'Indipendenza è un chiaro rimando a Connor Kenway intorno al quale tra il 2012 e la scorsa stagione è stato delineato il nucleo familiare che comprende il nonno di origine gallese Edward Kenway e il figlio di questi Haytham che andrà ad unirsi con la nativa Kaniehtí:io dando vita all'Assassino pelle rossa. Queste righe sottolineano dunque il salto oltreoceano del ramo paterno, che passa dal vecchio al nuovo mondo in questo frangente e attecchisce fino al diciannovesimo secolo con un misterioso New England e Midwest americano di probabile apertura alla famiglia nota come i Miles.

La stirpe materna è decisamente più singolare: Terra Santa/Crociate ed Egitto e Nordafrica sono chiari riferimenti ad Altair e Sef, la cui prole, durante l'invasione Mongola, si sposterà insieme a Darim perdurando fino all'epoca di Ezio Auditore sotto la guida del fantomatico Iskender. Questo passaggio colloca dunque le memorie di Altair sul ceppo materno, giustificando la singolarità genomica di Desmond rispetto al padre. Tutto il resto è inedito, eccezion fatta per l'Estate dell'Amore, dove Ubisoft strizza l'occhio ai Simpson e alla satira di Matt Groening.



L'analisi si conclude con un'osservazione non da poco, Ubisoft/Abstergo, viste le folte possibilità offerte dalla genealogia del singolo essere umano potrebbero estrarre un numero quasi infinito di memorie genetiche, confezionando altrettanti giochi. Queste implicazioni, tutte da verificare coi fatti, metterebbero la software house nella condizione di non inserire un nuovo personaggio portante nel setting moderno.

In alto screen da ACIV in basso screen leakato tempo fa
C'è dell'altro. In allegato a questo dossier ci sono alcune immagini sadicamente inserite dagli sviluppatori per insinuare dubbi e sospetti tra i fan.
In particolare tra alcuni concept noti, tratti dal concorso Carte Blanche di qualche tempo fa, ne salta fuori uno inedito che richiama immediatamente alla memoria uno screen leak, legato a un possibile reboot di Prince of Persia.
Che si tratti invece di un nuovo indizio per il futuro capitolo della saga di AC? Difficile dirlo, specie considerando che non è in linea col trend attuale della storiografia utilizzata da Ubisoft. Questa infatti, salvo eccezioni come Black Flag e i fumetti fan made legati ad Aquilus, è partita dalla fine dell'XII secolo per dirigersi verso i tempi più moderni. Gli screen, viste le scelte stilistiche dei costumi visibili, suggeriscono un setting in un Egitto antico che riporterebbe le lancette indietro di molto rispetto all'incipit medievale da cui è partita la saga a noi nota.
E' anche vero che, a cataclisma ormai superato, gli espedienti narrativi per giustificare una scansione in un tempo così remoto sono molteplici e tutte a portata di penna. Fino ad allora il dubbio sussiste e le speculazioni si sprecano.

Varie ed eventuali: dettagli sugli altri soggetti
In questi ultimi mesi si è fatta maggior chiarezza sulle identità dei vari soggetti analizzati dall'Abstergo.
Riprendo uno stralcio del Press tour diary per RIaprire l'analisi: 1978, lancio del progetto Animi. Questa è una data interessante perché facendo alcuni calcoli con le date in nostro possesso relative ai soggetti analizzati (1985 Cross, 2010 Soggetto 15, 2011 Clay, 2012 Des) possiamo estrapolare alcuni dettagli sul modus operandi dell'Abstergo che dal '78 all'85 studia solo 4 soggetti mentre dall'85 al 2010 ne hanno studiati altri 11. Il progetto Animus attualmente ha 35 anni di sviluppo.

Soggetto 0: Colpo di scena assoluto. Agli albori del progetto Animi, parliamo del 1980-81 in una fase di azzardo e sperimentazioni rischiosissime, una donna di nome Aileen Bock concorre contro Warren Vidic nel tentativo di ottenere un primato nel settore delle neuroscienze. L'Iniziativa Surrogato dalla quale, con buona probabilità, nascerà in seguito il Data Dump Scanner che utilizziamo nel multiplayer, è un progetto che mirava all'esplorazione di memorie genetiche esterne al soggetto attraverso l'utilizzo della tecnologia Animus. La dottoressa usando un campione di DNA estratto dal figlio Seamous rivivrà le memorie della nonna di quest'ultimo, tale Miriam Kurtz, madre dell'ex-marito di Aileen e nonna di Seamous, ribelle filo-assassina che combatteva contro il Nazismo durante la Seconda Guerra Mondiale. La dottoressa Bock morirà per le complicazioni derivate dalla sovraesposizione alle sessioni dell'Animus. Probabilmente è la prima vittima nota dell'emorragia genetica.

Soggetto 1: 1981- 1982. Il primo soggetto analizzato da Vidic è un uomo dal quale vengono estratte le memorie di Avaline de Grandpré. Questo fatto va in contraddizione con le supposizioni fatte da Erudito in ACIII che vedevano Bellamy legato all'Assassina Lousiana. Anche il Soggetto 1 morirà a causa degli effetti collaterali delle sessioni Animus.

Soggetto 2: Il decesso del primo Soggetto rischia di far saltare il Progetto Animi, portando con sé tutti gli anni di ricerca e di sacrifici di Vidic. Nel tentativo di convincere la dirigenza Abstergo Warren si offre così come seconda cavia, diventando così il Soggetto 2. Dalle sue sessioni verrà fuori il legame di parentela con il boia artefice della morte della paladina francese Giovanna d'Arco. A oggi i dati legati alle sue memorie genetiche sono sottochiave.

I non numerati
Con l'introduzione dell'oggetto fiala si è aperto uno scenario nuovo per le attività dell'Abstergo che ora grazie all'Animus Omega ha bisogno di pochissimo materiale genetico per estrarre e gestire le memorie degli antenati. E' partita così una classificazione su larga scala mirante ad archiviare materiale genetico di molteplici donatori. Tra questi vi è Milton Jones, uomo di colore discendente di Adewale. Dalle sue memorie la Abstergo Entertainment confezionerà il DLC a noi noto come Grido di Libertà, Freedom Cry.

Il campionamento del DNA di Milton Jones, dall'aggiornamento di Initiates del 26 Dicembre 2013




26 commenti:

  1. L'immagine relativa all'oratore che parla agli schiavi dovrebbe far parte di un nuovo progetto riguardante prince of persia... Non penso sia collegato a assassin's creed... Anche se entrambi i videogame sono sviluppati da Ubisoft...

    https://www.google.com/search?tbm=isch&q=prince+of+persia+reboot&oq=&gs_l=#imgdii=_

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Atex, si come scritto anche nell'articolo ero al corrente del leak inizialmente legato a Prince of Persia. Quel che non torna è vedere quello screen all'interno di ACIV, una cosa attualmente inspiegabile.

      Elimina
    2. Probabilmente un semplice errore anche se.............. non è da ubisoft

      Elimina
    3. io credo non sia un'errore...al massimo è una semplice pubblicità ad un'altro titolo made in ubisoft...ma dubito...guardando le immagini trapelate su internet il protagonista sembra proprio il prototipo di un primordiale assassino (sembra però un periodo ben lontano da quello del medioevo egizio...è più probabile sia l'antico egitto)
      M.

      Elimina
    4. Beh, bisogna considerare anche il fatto che il primo Assassin's Creed doveva proprio essere uno spin-off di Prince of Persia, quindi non bisogna escludere che quel progetto sia iniziato come Prince of Persia e poi finito con un seguito (legato alla saga di PoP) di Assassin's Creed, e chissà? Magari vedremo il principino come uno dei primi assassini della storia...

      Elimina
    5. Correggo, a quanto pare lo screen riguarda un progetto che vede coinvolto il team che sviluppò il primo Assassin's Creed (e non so se è inteso per Ubisoft Montreal, oppure le stesse persone) e prende il nome di Osiris, o meglio Prince of Persia Zero (quì il "teaser": http://www.youtube.com/watch?v=gFZh0nrgjow). Secondo alcune indiscrezioni sembra questo progetto abbia a che fare con Assassin's Creed, anche se non è una voce confermata. Infatti come già detto prima, potrebbe trasformarsi in un Assassin's Creed, oppure, come già accaduto con alcuni elementi di Watch Dog, apparirà anche su Assassin's Creed: in poche parole, Ubisoft si sta divertendo facendoci "rincoglionire" (scusando il termine) con questi "mindfuck"... Ai posteri, dunque, l'ardua sentenza.
      J.
      P.S. quello di prima ero sempre io (se non si era capito :D)

      Elimina
    6. spero non sprechino la possibilità di utilizzare uno scenario così ricco di spunti ed affascinante...le piramidi sarebbero perfette da scalare fuori, ma sopratutto perfette per nascondere segreti dentro...inoltre sarebbe lo spunto per far entrare in scena nuovi CVP, Anubi, Osiride, etc. Dando così magari la possibilità a Giunone di avere qualche valido alleato per la sua imminente ressurrezione...in attesa sempre di Brahman che sembra dare largo spazio ad altri CVP (o almeno così si dice in giro)...l'egitto è in assoluto l'ambientazione che preferirei...il fatto che ci potrebbero essere 2 Ac quest'anno fa sperare che questo ex principe di persia si sia trasformato in assassino mentre un'altro team lavorava ad Ac5...
      M.

      Elimina
    7. Non penso che AC5 sarà ambientato in egitto durante il periodo dei faraoni; nella serie infatti ubisoft ha sempre seguito un ordine cronologico: Si parte dal 1911 con Altair, poi i tre capitoli di ezio e poi connor ed edward che bene o male vivono nello stesso periodo circa nell'arco di una cinquantina di anni... A questo punto penso sia più probabile:
      1)Giappone verso la fine del periodo Tokugawa (1840-1868)
      2)Rivoluzione Francese/Periodo Napoleonico, Visto che Napoleone stesso sarebbe un personaggio molto influente
      3)Durante l'unità d'Italia

      Elimina
    8. non sono convinto che sia così...ormai con Ac4 hanno fatto capire che possono andare in qualsiasi periodo storico li attiri (e sopratutto attiri il pubblico) purtroppo temo che il loro intento sia quello di portare la saga nel periodo del giappone feudale...spero di sbagliarmi perchè se devono tornare in dietro mi auspico arrivino a parlare dell'antico eggitto...se dovessero andare avanti invece ne sarei ben felice...anche perchè più si avvicinano al presente, più la cosa si fa interessante per me...anche perchè assassin's creed è ambientato al presente e lo sarà sempre (sperando che il momento di agire DAVVERO arrivi anche lì) anche se alla ubisoft fanno finta che non sia così per vendere un pochino di più...
      M.

      Elimina
    9. Infatti... Ubisoft segue una linea cronologica. Si stanno avvicinando, seppur con molta lentezza (per vendere non un pochino ma tanto tanto) al presente. Io sono del parere che:
      1) Un ritorno al passato può essere inserito come un flashback
      2) Un nuovo capitolo incentrato su una nuova epoca non può riportaci indietro di 2500 anni passando dai pirati ai faraoni, al massimo torneranno indietro di circa 100/150 anni (fine 1500 inizio 1600)

      Elimina
    10. mi piace l'idea del flashback...bhe forse hai ragione...effettivamente abbandonare le pistole dopo aver cominciato a fare un'abbozzo di mira libera sarebbe sciocco...bhe speriamo che tu abbia raggione e che avanziono in modo deciso...per quanto riguarda il 1500\1600 ho paura che sia il loro obbiettivo (giappone\cina) ma per i miei gusti preferirei di no...
      M.

      Elimina
    11. Invece di lanciare coltelli lanceremo stelle a 5 punte... Che schifo... L'estremo oreinte Cina/Giappone secondo me non si adattano bene alla saga di assassin's creed... Preferirei essere un assassino durante la rivoluzione francese, o magari in inghilterra durante la seconda rivoluzione industriale...

      Elimina
    12. bhe sarebbe davvero bello lo scenario da te auspicato...le stelle a cinque punte anche per me le potrebbero lasciare per progetti diversi o futuri...sicuramente la francia sarebbe stupenda...sia in periodo di rivoluzione sia in quello napoleonico...ribadisco poi che se ci piazzano un po di egitto non lo schifo (magari scopriremo chi è colui che ha dato la connotazione moderna agli assassini ancor prima della loro ricomposizione a Masyaf...non sarebbe male....magari sotto forma di flashback come dicevi tu) comunque vedremo...intanto la cosa per me imprescindibile in un nuovo capitolo è il riprendere consistenza delle tematiche "al presente" voglio sapere cosa succede e vederlo quando succede e prenderne parte...non mi può certo saziare Initiates...
      M.

      Elimina
    13. Sai cosa sarebbe davvero interessante... giocare alcune parti del gioco con qualche CVP... Come accade in AC3 ad esempio, le prime 2/3 sequenze (ora non ricordo bene) le giochi con Haytam, le successive con Connor

      Elimina
    14. Bhe questo sarebbe davvero stupendo...però sarebbe difficile dargli un contesto adeguato...sicuramente se riuscissero a farlo BENE, bhe allora ne uscirebbe qualcosa di molto bello e di molto interessante...di sicuro, prima o poi, un gioco con un CVP o comunque qualcuno della loro epoca dovranno farlo perchè soltanto a parlarne da fan mi si illuminano gli occhi per quanto potrebbe essere eccezionale...
      M.

      Elimina
    15. Il fatto che Eseosa abbia incontrato Connor però ora rimescola tutte le carte in tavola...e la possibilità dei due capitoli in uno stesso anno è più che mai vicnia...e se connor insegnasse ad eseosa raccontandogli delle sue imprese (magari anche nella rivoluzione francese), con conseguenti missioni nei panni di Eseosa per la liberazione finale di Santo Domingo e chissà che cos'altro??...o forse domani o lunedì esce qualcosa su initiates che, pur escludendo questa possibilità ci fa comunque intuire possibili risvolti futuri legati a questo memorabile incontro?? In ogni caso, anche dando un pochino di fiducia ai rumors, la possibilità di un capitolo simile a quanto appena descritto non ne escluderebbe uno in Egitto o in Giappone o in Cina o ovunque si voglia...sento un risveglio lento ma costante dell'hype dopo un Ac4 che mi è piaciuto, ma da amante del presente e dei primi due capitoli (E DI DESMOND) non mi ha convinto fino in fondo (pur rimanendo un gioco molto ben strutturato)...
      M.

      Elimina
  2. Ottimo Articolo come sempre, Coso (Delirante)! ;) La mia mente aveva totalmente rimosso il mistero riguardo "Colui che costruì la Villa Auditore" ma, come hai detto tu stesso, dubito fortemente che un giorno lo sapremo. Comunque, oltre i famigerati Soggetti 04, 15, 16 e 17 sappiamo altro anche sul Soggetto 12 che rivisse i ricordi di un Antenato coinvolto nelle vicende dell'Esperimento di Philadelphia (28 Ottobre 1943). Che i Templari, già da allora (saremo intorno al 2004/2005 secondo me) erano interessati già da allora a plasmare e manipolare l'ordine naturale degli eventi, e quindi al Metodo di Divinazione? Inoltre, l'anno dell'Esperimento combacia con la "Terza Data" di AC: Initiates (l'unica ancora senza "risposta"). Inoltre, almeno secondo me, il fatto che Aveline sia antenata del Soggetto 01, non implica che lo sia anche di Paul Bellamy. In fondo, la Abstergo è già incappata più di una volta negli stessi Antenati (vedasi appunto l'Ezio in comune tra Clay e Des). Ultimo appunto: secondo voi, è possibile che le memorie dei Protagonisti di AC: Project Legacy e AC: Discover Your Legacy (Lukas Zurburg, Li Tong, Giovanni Borgia, Elizabeth Jane Weston per citarne alcuni) siano state presente dalle sedute con i Soggetti del Progetto Animus?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficile dirlo, ma è sicuro che per ottenerle e gestirle con il DDS è stato necessario un campionamento.

      Per quanto riguarda Soggetto 12 non l'ho tirato in ballo perché comunque erano dati già noti prima dell'uscita di ACIV.

      La questione Aveline-Bellamy è vero, una cosa non esclude l'altra. Non è neanche detto che Bellamy sia effettivamente il Soggetto 11.

      Cosa intendi, invece, con la Terza Data?

      Elimina
    2. credo che con terza data intenda le 3 date comparse nella time line (insomma la cronologia) che prima era visibile su initiates (nella sua primissima incarnazione)...la data era 1942...poi c'era un 1870 circa...e mi pare che quest'ultima fosse stata svelata non mi ricordo bene con cosa...e poi c'era il 1715 data che fece da apripista all'annuncio di Ac4BF...

      Elimina
  3. dentro gli occhi di lei si vede una sagoma probabilmente di un'assassino e poi una luce...comunque per quanto riguarda l'egiziano...ha una particolare ed evidente cicatrice sulla testa...coincidenza o le solite cicatrici degli assassini??...

    RispondiElimina
  4. Bell'articolo, ho un solo appunto, e cioè riguardo alle memorie genetiche di Vidic. Qui vien detto che è imparentato con Giovanna D'arco, ma nei nastri relativi al soggetto zero vien detto il contrario. Precisamente quando Vidic si offre volontario come cavia e diventa il soggetto 2, e la Bock e Satish, monitorano la sessione, e vien detto da Satish che Vidic stava rivivendo le memorie di un suo antenato che era uno dei boia di Giovanna D'arco, e non un discente di lei. Addirittura Satish o la Bock commentano in modo particolare la cosa. Ho letto\ascoltato i nastri relativi un paio di volte, e infatti ricordo bene il discoro su Vidic.

    RispondiElimina
  5. Ho riascoltato il nastro adesso, ed infatti la trascrizione è la seguente:

    "Sembra che sia discendente di un boia di Giovanna D'arco"

    Comunque a mio avviso, è stato Vidic a causare in qualche modo il decesso della Bock, visto quanta importanza il progetto Surrogato comincia ad avere nel tempo, mettendo via via in ombra il progetto Animus. Benchè per funzionare ne convidida le basi tecnologiche. E Vidic, come ripete più volte, è disposto a qualsiasi cosa per non far fermare il suo progetto. Ne sono ulteriore prova le registrazioni illegali che Vidic ottiene grazie alle cimici che installa nel laboratio della Bock...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Atla, grazie per la segnalazione! Si tratta di un mio tremendo refuso, durante la trascrizione ho tagliato qua e là e non me ne sono accorto. Correggo immediatamente ;)

      Elimina
  6. Ciao ragazzi, siccome credo di aver capito tante cose di questo gioco, però ho qualche anello mancante.
    Praticamente potreste dirmi in poche parole ma buone cosa è successo ai tempi della prima civilizzazione? E poi Giunone alla fine di AC3 dice che deve compiere la sua vendetta, ma su chi o cosa e perché? Grazie in anticipo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ti rimando all'articolo poco più sotto di questo, intitolato Colo che vennero Prima: Cronistoria del Caos primordiale.

      http://leveritadellanimus.blogspot.it/2013/12/la-catastrofe-tema-sempre-verde-quello.html

      Elimina
  7. Villa Auditore è in realtà la villa della cugina di Aquilus dove Flavia si rifugia alla fine degli eventi del terzo volume del fumetto francese. Questo potrebbe essere vero perché la Ubi ha esplicitamente dichiarato che la storia di Aquilus è canonica quindi tutto ciò che lo riguarda esiste davvero anche se Des non lo ha mai rivissuto.

    RispondiElimina