martedì 2 agosto 2011

Una Rivelazione di troppo...

Alla conferenza Comic-con di qualche giorno fa, quelli della Ubisoft (da non confondere con Quelli Venuti Prima) si son lasciati sfuggire un dettaglio che nel salotto de Le Verità dell'Animus ha fatto rizzare le antenne a molti di noi: Altair e Ezio non sono parenti diretti. Questo ha fatto si che molto di quanto scritto in questo blog, venisse stravolto.

Altair e Ezio non sono parenti diretti


Di tutte le antenne rizzate, quelle del buon Corrado alias Assurbanipal, son state le più ritte.

In questi giorni, avrei dovuto completare il mio excursus sui Glifi e discutere, guarda caso, della catastrofe di Toba (che vedremo qui sotto), ecco che conversando con Assur, ci siamo resi conto che alcuni tasselli finora fluttuanti del grande mosaico che è la saga di AC, ora, iniziano ad avere più senso.

Il pezzo che segue, arriva direttamente dalla penna di Corrado, con giusto qualche nota mia qua e là. Ed è il risultato di un'osservazione attenta e di un coinvolgimento di tematiche talmente ampio, di cui in effetti da fuori è difficile scorgerne i confini, ma per chi vuole intendere, questo della Ubisoft è stato un bel passo falso, che noi delle Verità apprezziamo non poco.


Prima di lasciarvi alla lettura, ringrazio Corrado per queste ottime righe e Markuz per aver tirato in ballo questa segnalazione dalle conseguenze disastrose per i miei ragionamenti.


La recente rivelazione della non diretta parentela fra Altair ed Ezio ha gettato la comunità in un mare di stucchevole stupore: che la cosa mini le basi stesse dell’Animus? Che si tratti di uno strampalato metodo per indurre il caos (e quindi la curiosità) nelle povere nostre menti? O semplicemente un’incongruenza come un’altra?
Nulla di tutto questo.

Il fatto che non siano discendenti diretti non esclude il fatto che Desmond possa accedere ad Altair ed ad Ezio: perché, in fondo, siamo tutti figli di Eva.

Il mito
Nell’antico testamento, in particolare in Giudici, Genesi ed Esodo (insomma, quei testi che narrano della così detta“Era dei Patriarchi”) sono le madri, non i padri, a dare il nome al nascituro.

Ora, sarebbe d’obbligo una digressione (che limiterò per questioni di mera pertinenza) sulla questione del “dare nome” (alle cose, alle persone, etc.) nell’ebraismo; basti sapere che si tratta di un atto fondamentale, anzi, il più importante in assoluto per la cultura semita. Dare nome significa anche “dominare” , “avere in potere”, “possedere”, “conoscere” finanche “destinare”. Il “fiat lux” del Genesi non è la parola prima dell’atto, ma è la parola-atto di per sé stessa creatrice del cosmo; la cabbala si basa interamente sul potere costruttivo e distruttivo delle parole, sulla loro numerologia (inseparabile dal segno: una lettera è un numero e viceversa, senza scarto) e sulla loro combinazione e permutazione al fine di ottenere “mistici” risultati (sapienziali e pratici).

In Genesi 4, 1 è Eva a dare nome a Caino, il primogenito, così come farà di nuovo quando darà nome a Set, il sostituto di Abele (Gn 4, 25). Ancora (Gn 29-30) è Lia a dare nome ai figli di Giacobbe, così come fece Rachele, e la madre di Sansone (Giudici 13, 24) e la madre di Samuele (1 Samuele 1, 20).
Perché? Perché alla madre è dato questo privilegio così importante? 
Forse la risposta può essere ricercata nella cultura sumera, esattamente, nell’epopea di Gilgamesh, primo testo epico della storia. Gilgamesh è figlio di un sommo sacerdote e di una dea, Ninsun ed è alla ricerca dell’immortalità che crede gli spetti di diritto in quanto semidio. Giunto alle porte del tempio, i guardiani, che stavano per fulminarlo (sì, i sumeri scrivono tranquillamente di raggi mortali, “sguardi che uccidono”, esplosioni, etc. etc.) subito si ravvedono poiché <>.
Gilgamesh si era infatti scoperto immune al “faro terrificante che spazza le montagne”. A quel punto, il nostro eroe dice qualcosa di molto strano: ovvero di essere “per due terzi divino”, poiché non era suo padre ad essere divino, ma sua madre.

Il dato è interessante; non sarebbe, tra l’altro, l’unica somiglianza che passa tra la cultura semita dei patriarchi e quella sumera (es. Il culto del Mesh, da cui, il Meshia, ovvero il Messia ebraico, l’unto, od i riti matrimoniali) che, per molti versi sembrano strette da un rapporto di filiazione. E’ interessante, perciò, la centralità della figura materna nell’attribuzione di nomi, eredità, divinità: essere “per due terzi divini” d’altronde apre una questione assai interessante.

Il fatto
Non voglio dilungarmi nello spiegare come funziona il DNA: basti solo riportare a mente che il corredo genetico umano è determinato da 23 coppie di cromosomi (XX per le femmine XY per i maschi) tali informazioni sono stipate nel DNA nucleare, ovvero quello che sta nel nucleo della cellula.
Negli anni ’80 del secolo scorso venne scoperto l’mtDNA, ovvero, un DNA extranucleare contenuto dei mitocondri: il DNA mitocondriale, appunto. E, sorpresa, i mitocondri contenuti nello sperma dei mammiferi vengono distrutti dalla cellula uovo subito dopo la fecondazione. Nel 1999 venne dimostrato che i mitocondri dello sperma paterno (contenenti mtDNA) vengono marcati con ubiquitina, per poter essere poi selezionati per la loro distruzione all'interno dell'embrione (Sutovsky e altri 1999). Alcune tecniche di fecondazione in vitro, in particolare l'iniezione di sperma nell'oocita, possono interferire con questo processo; ciò avviene anche nel caso di ibridi inter-specie. In rari casi i mitocondri possono essere ereditati dal padre, ad esempio nelle banane. Ma è stato anche provato che circa l'1-2% dei mitocondri di un essere umano possono essere ereditati dal padre. Quindi si trasmette solo per via materna: “Si verificano pochi cambiamenti nel mtDNA nel passaggio dal genitore materno alla prole, diversamente dal DNA nucleare che varia per il 50% da una generazione all'altra. Proprio per il limitato tasso di mutazione, il mtDNA è un potente strumento per tracciare il matrilineare ed è stato usato in questo modo per studiare molte specie fino a generazioni di centinaia di anni addietro”.

Forse era questo che intendeva Gilgamesh, quando rivendicava la sua divinità? L’avere DNA di padre (umano) per un terzo, quello di madre (divina) per un altro terzo e quello mitocondriale (divino poiché trasmesso solo per via materna) per l’ultimo e determinante terzo?
Non è tutto: la scoperta dell’mtDNA, come riportato sopra, ha spianato la strada ad uno studio straordinario, che ha portato alla teoria dell’”Eva mitocondriale”; riporto quanto dice Wikipedia: “una comparazione del DNA mitocondriale di appartenenti alla specie umana di diverse etnie e regioni, suggerisce che tutte queste sequenze di DNA si siano evolute molecolarmente dalla sequenza di un antenato comune. In base all'assunto che un individuo erediti i mitocondri solo dalla propria madre, questa scoperta implica che tutti gli esseri umani abbiano una linea di discendenza femminile che deriva da una donna che i ricercatori hanno soprannominato Eva mitocondriale. Basandosi sulla tecnica dell'orologio molecolare che mette in correlazione il passare del tempo con la deriva genetica osservata, si ritiene che Eva sia vissuta circa 150.000 anni fa. La filogenia suggerisce che sia vissuta in Africa”.
Non si scorge forse il Kilimangiaro, nel video “la verità” lasciato dal soggetto 16?
Inoltre, in AC2, nel 19° glifo viene richiamata la “catastrofe di Toba”; tale teoria sostiene che tra 75.000 e 70.000 anni fa l'esplosione di un supervulcano al di sotto del Lago Toba, probabilmente il più grande evento eruttivo negli ultimi 25 milioni di anni, rese ancora più rigido il clima del pianeta che già stava attraversando un'era glaciale.
Il fatto sorprendente che nessun'altra linea esclusivamente femminile sia sopravvissuta dal periodo di Eva, viene assunto come un effetto del caso, piuttosto che della selezione naturale. Una donna ottiene il titolo di Eva retroattivamente, attraverso una serie eccezionale di figlie. In ognuna delle sue generazioni discendenti, c'è una figlia che dà alla luce un'altra figlia. Solo quando le serie di tutte le altre contendenti vengono spezzate, Eva prende possesso del suo titolo. Come conseguenza, il premio non è assolutamente certo, perché non tutti gli individui sono testati per la discendenza e tra i miliardi di individui sulla terra, potrebbero essercene alcuni discendenti da altre linee materne.
Essenzialmente, il processo ipotizzato per cui tutte le linee di discendenza eccetto una scompaiono, è lo stesso della deriva genetica degli alleli. Come è vero per la "fissazione" o la soppiantazione di tutti gli altri alleli in base alla deriva genetica, il processo di fissazione matrilineare è molto più lento e molto più improbabile che raggiunga il completamento in un'ampia popolazione rispetto a una popolazione ridotta. Se Eva è vissuta assieme ad un milione o un miliardo di altre femmine, è molto improbabile che gli antenati matrilineari di tutti gli esseri umani viventi oggi convergano su Eva (o su qualsiasi sua contemporanea).
Perché la comunità delle pari di Eva sarebbe stata così piccola? Una possibilità è che la popolazione mondiale degli esseri umani nell'epoca di Eva sia passata attraverso un collo di bottiglia [una sorta di strettoia nella selezione naturale che ha reso l'agente evolutivo molto più severo NdCoso]. Un'altra è che Eva visse in una sottopopolazione di umani che soppiantò tutti gli altri. Una versione ancor più estrema di quest'ultimo scenario è che Eva visse poco dopo un qualsiasi evento isolante causato dalla speciazione degli esseri umani moderni (Homo sapiens). Dei resti di Homo sapiens scoperti finora, infatti, il più antico le cui ossa corrispondono a quelle degli esseri umani viventi, risale all'incirca al periodo in cui sarebbe vissuta Eva.

Il soggetto 16 suggerisce, a questo punto un altro dato interessante: “la catastrofe di Toba non è stata un caso” [nel glifo 19 un messaggio nascosto dice "A Toba, 75.000 anni fa, non si trattò di un vulcano." NdCoso]. Ovvero il collo di bottiglia è stato pilotato [dunque la selezione naturale è controllata NdCoso], voluto, magari, attraverso una mossa punitiva nei confronti dei ladri dei frutti dell’Eden.


L’insistenza del soggetto 16 nel ricercare Eva, il suo DNA (a questo punto io direi mtDNA), mi porta a pensare che quella a cui dobbiamo fare caso non è la linea di discendenza maschile, ma quella femminile. 
Ezio ed Altair potrebbero, allora, benissimo non essere parenti diretti ma ereditare il patrimonio genetico di parte materna, che, in qualche modo, si congiungerebbe a quello di Desmond. [Essere insomma parenti per via indiretta. NdCoso]


Fonti: Sitchin, "il codice del cosmo", "il pianeta degli dei"; Bibbia; Wikipedia

58 commenti:

  1. Madò mi verrà un infarto mentre gioco al revelations...

    RispondiElimina
  2. Wow, spero che non si arrivi mai a qualcosa del genere nel gioco, altrimenti sarebbero 10/20 persone a giocare a revelations e a capire tutto;)
    Comunque è possibile che Altair e Ezio non siano parenti diretti, l'animus ci mostra i ricordi di antenati contenuti in una persona. Questa persona racchiude i ricordi degli antenati del padre e della madre. E' possibile che la discendenza di altair ed ezio si siano unite con la generazione di Desmond (ecco perchè pare così importante) oppure con qualche generazione prima.... Complimenti per l'articolo, dovete fare parecchie ricerche per arrivare a questi magnifici testi!!

    RispondiElimina
  3. Interessantissimo articolo, anche se adesso sono un po' confusa @_@ credo che lo rileggerò un altro paio di volte per capire bene tutto. Devo dire che, pur senza approfondire così bene, anche io alla notizia che Altair ed Ezio non sono parenti ho pensato: questo rivoluziona non poco le cose! Mi chiedo come faccia tanta gente invece a dire che non cambia nulla...
    E mi chiedo ancora una volta che razza di scelta sia da parte della Ubisoft dare tale informazione ai fans in modo tanto casuale, come se non avesse alcuna importanza. Che sia una strategia di un qualche tipo che mi sfugge? Mah!

    (PS: sto pensando di stalkerarvi anche sul forum, però sono timida~ quindi aspetterò di avere qualcosa di interessante da dire XD)

    RispondiElimina
  4. Ma che timidezza! Nelle Verità siete tutti benvenuti!

    Come già detto, ora la necessità di "trovare Eva" data dal Soggetto 16 è più che logica.. resta da vedere che altro ha in serbo Ubisoft, e soprattutto come vorrà raccontarci tutte queste cose.

    Quante verranno messe alla luce per "tutti" e quali resteranno nascoste (in modo più o meno velato anche) in glifi/cluster o che diamine inseriranno in quest'ultimo capitolo su Ezio.

    Uomo

    RispondiElimina
  5. Raga da 1 a 10 quanto siete impazienti di sapere come va avanti la storia?

    Non ho scritto "come va avanti il gioco" perchè è troppo riduttivo!

    RispondiElimina
  6. Articolo interessantissimo cavoli, complimenti!!
    Quindi è possibile che la somiglianza fisica fra Desmond, Ezio ed Altaїr possa spiegarsi con l'epigenetica?
    E, escludiamo allora la possibilità invece di un Adamo cromosomiale-Y in Desmond&co.?
    Ed inserendo il fatto del DNA, il Soggetto 16 dite che diventerebbe quasi automaticamente un gemello di Desmond? Dopotutto può accedere agli stessi antenati, anche avendo una "madre Eva" diversa non potrebbe aver seguito la stessa mutazione di DNA di quegli antenati, nemmeno se fosse discendente in qualche modo, che so, di Claudia Auditore e di un altro discendente femmina di altro...ma da quanto sappiamo finora il personaggio attorno al quale tutto ruota è Desmond, quindi deve avere qualche cosa di unico (o forse qui è "solo" il fatto che egli è la persona che può cambiare le cose con l'arrivo della nuova minaccia del 2012)!
    Sto perdendo dei passaggi, aiuto!!
    Ah comunque, il "passaggio di scena" da Altaїr al figlio quando concepito non mi quadra: se l'mtDNA viene distrutto quando dal maschio entra nella femmina, perché "seguire" il figlio? Dite che c'è stato appunto il salto ad Ezio perché magari lui ed Altaїr erano due possibili Adamo cromosomiale? Ma qui appunto tornerei anche ad Adamo, non solo all'mtDNA di Eva...ARGH, illuminatemi!XD

    RispondiElimina
  7. Non posso fare altro che inchinarmi a una teoria del genere. Oltretutto è stata davanti ai nostri occhi già da diverso tempo ormai! Grande Assur! Ed è una plausibilissima spiegazione di fronte alla notizia "casualmente" presentataci pochi giorni fa. Oltretutto sono interessantissimi i risvolti del collo di bottiglia "pilotato"!

    x Enry: macchè timidezza! Siete tutti ben accetti e più siamo e meglio è... soprattutto per il bene della discussione!

    RispondiElimina
  8. Volevo rispondere a una ragazza che ha fatto una domanda un mese fa, diceva che altair non aveva la stessa mela che ha ezio.
    c'è stato pure un ragazzo che ha dato che la mela di ezio non è la stessa che ha altair, invece si perchè lucy si sbagliava la mela di altair non è andata distrutta nell'incidente di denver ma era a santa maria in araceli si era sbagliata

    RispondiElimina
  9. AC si sta rivelando molto più allucinante di LOST.

    A questo punto però vengono in mente molte altre domande.
    Se l'antenato EVA è comune sia ad Altair che ad Ezio, e di conseguenza anche a Desmond, ne risulta che non solo Desmond abbia i ricordi, ma molte altre persone. Perché allora proprio Desmond?

    In pratica. A livello cellulare la singolarità genetica è un dato di fatto, se però di questi 3/3 c'è un terzo comune a tutti com'è possibile che anche altri non abbiano la stessa singolarità di Desmond?
    Magari Desmond non solo ha quei 2/3 da parte materna ma anche 1/3 da parte paterna che lo mette al centro dell'attenzione?

    Insomma... REVELATIONS non sarà l'ultimo capitolo della saga (Che spero vada avanti a lungo anche se non vedo l'ora che finisca - concetto paradossale) tuttavia spero che non abbia lo stesso finale del sopracitato telefilm... sarebbe una vera delusione.

    RispondiElimina
  10. @all'anonimo che mi chiede di facebook: sono io che ti cancello i commenti e sono io quello che si sta irritando perché, nonostante io ti cancelli i commenti e nonostante questo sia UN BLOG DEDICATO AD ASSASSIN'S CREED, non hai la decenza di capire che sei assolutamente fuori tema. Ora te lo scrivo con chiarezza: non ti risponderò, non è il luogo adatto per chiedere una cosa del genere, sei fuori tema, NON CONTINUARE.

    RispondiElimina
  11. @Haiden: Perché proprio Desmond? Non dimentichiamoci che la teoria qui sopra, spiega solo come determinati geni si trasmettono nel tempo. Desmond nonostante il discorso di Assur, continua a godere della sua unicità. Il fatto di poter rivivere determinati ricordi di determinati antenati è ancora valido, altrimenti in primo luogo cadrebbe la necessità di far sedere sull'Animus Desmond, e sopratutto avrebbe potuto rivivere ricordi di qualunque suo antenato (es. Giovanni Auditore). Questo però non accade perché è necessario un corredo genetico affine, che solo Ezio e Altair hanno e che spiega i tratti somatici identici.
    Non ragionate in termini biblici, prendete il concetto di "siamo tutti figli di Eva" con più relatività. Continuo a risponderti qui sotto dando soluzione anche al quesito di Elisheba.

    @Elisheba: a questo punto, visti tali risvolti, quella cutscene di ACII può significare che Desmond e Soggetto 16 hanno come parente comune Maria Auditore, e dunque per discendenza per via mitocondriale.
    Per quanto riguarda il figlio di Altair, non dimenticarti che comunque parte del genoma maschile trasmesso sopravvive! Altrimenti i bambini non prenderebbero alcuna somiglianza dal genitore paterno! ;) Poi comunque, sempre tenendo conto della discendenza mitocondriale, Altair ha pur sempre un "pezzo di Eva" dentro di se. Che il discendente poi sia maschio o femmina non importa, l'importante è che nel suo DNA porti un tratto di quello di Eva, che si riproporrà nella generazione seguente. Non so se ci sei. Vedrò di scrivere un pezzo in aggiunta a quanto detto da Assur a questo punto.

    RispondiElimina
  12. però non capisco una cosa, quindi in poche parole altair può avere avuto uno maschio e uno femmina? e quindi la femmina può aveere avuto altri figli?non c'ho capito niente

    RispondiElimina
  13. Altair può avere avuto un figlio di entrambi i sessi, viste le ricorrenze genetiche, l'arrivo di un individuo esterno che si unisce al suo ceppo riproporrà comunque un genoma simile.

    RispondiElimina
  14. Ooh, ora comprendo! C'è una piccola percentuale che viene ereditata anche dal padre! Avevo capito che solamente le femmine trasmettessero questo mtDNA alla prole mentre il padre altri pezzi del DNA, scusa...ora tutto mi acquista un senso.XD
    I nostri protagonisti restano comunque "pezzi unici" perché entrano di mezzo cose che la Ubisoft ci dirà, solite cose stile "il prescelto"; compreso.
    Il "tutti figli di Eva" lo interpreto come un "tutti i semidèi" (passatemi il termine), quelle persone non Quelli Venuti Prima né esseri umani, bensì nati dall'unione di questi due mondi...quindi la domanda che ci resta è: perché Desmond ha comunque bisogno di Eva e del suo DNA. Sicuramente centrerà col fattore "unicità", capire se il DNA di Eva appunto l'hanno anche altre persone (?).
    E capito allora anche il discorso del Soggetto 16 e Maria Auditore, tutto torna...grazie mille per la risposta!:)

    RispondiElimina
  15. Se tu non ereditassi niente da tuo padre, saresti il clone perfettamente simmetrico di tua madre. ;) E' chiaro dunque che non è fattibile.

    Per quanto riguarda la necessità di avvicinarsi a Eva sicuramente è necessario per riproporre un genoma 100% puro, vedrò di spiegarlo a breve! A a che fare col figlio di Desmond!

    RispondiElimina
  16. Momento momento momento momento momento...una domanda mi sorge spontanea, anche se magari mi sono perso qualcosa io... Ma non viene detto che la famiglia Auditore discende da Altair? E Domenico Auditore non è per l'appunto il primo Auditore? Anche se...essendo il nome Auditore falso...no aspetta...non quadra lo stesso perchè se Ezio ha gli stessi tratti somatici di Altair sua madre non è un'Auditore e se Altair davvero un antenato della famiglia Auditore Giovanni e Maria dovevano essere invertiti! (cioè Maria doveva essere sorella di Mario e non Giovanni) O sbaglio? Per favore illuminatemi xD

    (scusate se per caso l'ho postato due volte ma la prima volta non è apparso e siccome ho un computer un po' di...schifo... non so se è colpa sua o cosa...xD)

    RispondiElimina
  17. PARTE 1

    Ciao a tutti, qui Davide Snake.
    Beh, Signori del blog, giù il mio cappello: bravissimi come sempre.

    Questo post distrugge definitivamente la mia teoria di Desmond/Ezio/Altair=unica persona, quindi non vi tedierò più con quella, ma sono felice perchè avanziamo non poco nella comprensione della storia e di alcuni risvolti interessanti (o forse dovrei dire inquietanti).

    Inoltre significa che l'analisi che avevo fatto con la collaborazione di Coso del pack "Divine Science" di Project Legacy (vedere tra i commenti al post "Quelli venuti prima") contenteva almeno qualche elemento utile, riassumibile come segue: alcuni dei sono morti, altri hanno tentato di sopravvivere possedendo altri corpi, pur soffrendo le limitazioni dovute al fatto che si tratta di corpi umani.
    Questo ci porterà ad un'ipotesi a mio avviso interessante, che spiegherò più sotto.
    Prima esaminiamo altri elementi.

    Trovo illuminante il commento di Sotark alla pagina 12 del thread su gamesvillage (è il commento con l'albero genealogico dei semidei fino ad oggi, che tra poco Coso pubblicherà anche qui).
    Un ipotetico figlio di Desmond e di una discendente diretta di Eva avrebbe un dna di QVP al 100%, insomma potrebbe essere considerato a tutti gli effetti un "dio", o per lo meno averne tutte le caratteristiche fisiche, avere il corpo di un dio.

    Questo fatto apre scenari impressionanti: se da una parte questo essere potrebbe avere i poteri per usare i frutti e salvare il mondo dalla catastrofe del 22/12/12, tuttavia potrebbe venire posseduto da un dio sopravvissuto fino ai giorni nostri, che avrebbe finalmente a disposizione un corpo con le caratteristiche giuste per diventare di fatto il primo nuovo QVP dell'era moderna e per sfruttare tutte le proprie potenzialità per scopi che non conosciamo, forse nemmeno troppo nobili.

    Non dimentichiamo infatti che la moralità di QVP si è dimostrata più volte discutibile (ad esempio hanno creato una razza per schiavizzarla) e che anche i loro ologrammi mostrano un carattere ambiguo.
    Per natura QVP si avvicinano molto alla raffigurazione dei primi dei classici: capricciosi, egoisti e vendicativi.
    La catastrofe di Toba la dice lunga in proposito: come ben notato da voi, non si è trattato di un fenomeno naturale, ma causato di proposito da qualcuno. E da chi, se non dagli dei per punirci del furto dei Frutti?

    PARTE 2 A SEGUIRE

    RispondiElimina
  18. PARTE 2

    Ed ecco la teoria:
    - QVP non sono stinchi di santo;
    - QVP sono quasi tutti morti, a parte alcuni che potrebbero essere sopravvissuti possedendo a catena diversi corpi umani per attraversare i secoli;
    - i corpi umani non consentono a QVP che li possiedono di sfruttare a pieno le proprie pontenzialità, ma sono involucri sufficientemente resistenti da garantirne la sopravvivenza;
    - per sfruttare appieno le proprie potenzialità, QVP necessitano di corpi "QVP" che hanno caratteristiche superiori a quelle dei corpi umani;
    - purtroppo non ci sono corpi "QVP" disponibili ormai da centinaia di anni;
    - tuttavia, incrociando opportunamente il dna di "semidei" (Desmond e la discendente di Eva mitocondriale) si può ottenere un corpo "QVP", possedibile da un QVP sopravvissuto (attualmente contenuto in un corpo umano), che così ha i pieni poteri di un "dio" (cioè un QVP dei tempi antichi);
    - questo nuovo "dio" è perciò l'essere più potente esistente ai giorni nostri e può scegliere se salvarci, schiavizzarci o sterminarci per punire il nostro passato di ladri di frutta.

    Infine la questione.
    Soggetto 16 si presenta come nostro alleato e ci dice di trovare il dna di Eva.
    Alla luce di quanto esposto sopra però, trovare il dna di Eva è un'arma a doppio taglio, che comporta molti rischi e pochi vantaggi per il genere umano.
    L'unico vero vantaggio sarebbe sopravvivere ad una catastrofe planetaria (mica poco, direte voi) che però ci è sempre stata descritta e paventata SOLO dagli ologrammi di QVP. E se fosse tutta una bufala e la catastrofe non ci fosse, ma si trattasse di un piano di QVP per tornare a dominarci e fare i loro sporchi interessi?

    E, ancora più infine, la domanda.
    Soggetto 16, chi sei veramente?
    Un uomo alleato?
    O un QVP ingannatore?

    Signori, a voi la palla e ancora una volta grazie di esistere.

    Vostro fedelissimo

    Davide Snake

    RispondiElimina
  19. 0.0 Shockante (la lunghezza e la complessità dell'articolo)! Ma sono riuscito a capire qualcosa... E poi Ezio e Altair potrebbero appartenere a due rami differenti dello stesso albero genealogico!

    RispondiElimina
  20. @all'anonimo sopra questo post: hai centrato il nocciolo del concetto!

    @Pachi: anche noi, per linearità di ragionamento, abbiamo ipotizzato in automatico una discendenza diretta. In realtà nel gioco non è mai stato detto. Per quanto riguarda la somiglianza somatica tra Ezio e Altair è spiegata nel post: tratti del genoma comuni che però arrivano da due direzioni diverse, e non in successione.

    @David Snake: per quanto riguarda il ritorno dispotico dei QVP stai dimenticando un piccolissimo dettaglio: nessun bambino è ancora nato e prima comunque di essere utilizzabile deve sviluppare un corpo ottimale (e la cosa dunque sfora malamente oltre i 72 giorni). Se proprio vogliamo parlare di egoismo dei QVP piuttosto, c'è un chiaro tentativo di preservare il genoma. E a quel punto le ipotesi sono infinite..

    RispondiElimina
  21. Beh no, non è il solo mtDNA a dare "forma" all'essere umano, v'è un intero DNA a formare il tutto...comunque dato che del DNA conosciamo pressoché il solo 2% e il restante 98 no, la Ubisoft può sbizzarrirsi con ogni tipo di teoria!! Anche perché, diamo per scontate le ipotesi che la casualità di cui la natura è permea faccia appunto convergere nella "direzione giusta" i DNA. Al contempo, ho compreso appieno il post ora, grazie ancora.:)
    Ecco, che la catastrofe del 2012 sia una grande bufala è venuto in mente pure a me a seguito di questo post e dei collegamenti fra Desmond, discendente di Eva, e figlio nato da questi due: come dice Coso, anche la venuta di un figlio non sarebbe una salvezza (dato che dovrebbe nascere in 2 mesi!!); questo riporta al fatto che: o non deve esistere alcun figlio o esiste ma allora ci vuole decisamente più tempo (ergo, è impossibile che la catastrofe sopraggiunga così presto)!
    Tutto è lecito.
    Ricordiamo ad esempio che 72 è il numero delle ore di sopravvivenza dello sperma nell'apparato riproduttivo della donna.
    Può ovviamente non centrare nulla, ma mi è venuto in mente dato il numero 72 e appunto un possibile figlio...perdonate se campo in aria frasi ma questo blog è fenomenale nel coinvolgere.XD

    RispondiElimina
  22. Ciao Coso, ancora Davide Snake.

    Grazie per la risposta.
    In effetti hai ragione se ci basiamo sull'assunto che la fine del mondo sopraggiunga il 22/12/11, cioè 72 giorni dopo gli ultimi avvenimenti della linea narrativa di AC resa pubblica finora tramite i giochi.

    Ma chi ci assicura che la catastrofe avverrà davvero? Per il momento solo gli ologrammi di QVP.

    Se invece la catastrofe fosse un'invenzione, allora QVP avrebbero ben più di 72 giorni per attendere la nascita del bambino e la sua maturazione fino a che diventi utilizzabile.

    Dico di più. Se la catastrofe fosse programmata e pilotata da QVP perchè avvenga proprio il 22/12/12, ma non faccia troppi danni, oppure perchè gli sciocchi Assassini credano di avere salvato il mondo (mentre la fine è fittizia), allora tutti se ne tornerebbero tranquilli a casa propria, convinti che il peggio è passato.
    Proprio mentre il peggio sta per arrivare sotto forma di un despota onnipotente dotato di un nuovo corpo finalmente adatto ai suoi scopi.

    Come giustamente mi insegni, non devo lasciar correre la fantasia, ma attenermi ai fatti, perchè questo è ciò che si fa in questo blog, perciò al momento metterò questa teoria in soffitta dato che non ho elementi a sostegno.

    Tuttavia non posso fare a meno di continuare a chiedermi perchè QVP dovrebbero aiutarci a salvarci.
    Certamente possiamo pensare che l'antica catastrofe abbia unito per forza QVP e gli umani nell'intento di sopravvivere e che molto dell'astio che correva in precedenza si sia via via diluito, specialmente se consideriamo che le due razze sono giunte a mescolare il proprio sangue creando degli ibridi.

    Ma anche così non riesco a comprendere le ragioni per cui QVP dovrebbero aiutarci.
    Affetto dovuto ad un ravvedimento tardivo?
    Comprensione che ormai il proprio tempo è finito (come gli Elfi di Tolkien) e che è tempo di lasciare il mondo alla razza umana?
    Può darsi.
    Ma guardate bene lo sguardo che gli ologrammi di Minerva e Giunone proiettano su Ezio e su Desmond. Sull'umanità.
    In esso ci sono saggezza, pietà per creature considerate come figli imperfetti, inferiori (queste due specialmente in Minerva), ma anche severità, senso di superiorità, sfiducia, disprezzo, rabbia (queste altre in entrambe, ma soprattutto in Giunone).

    Mi dispiace, ma non riesco a convincermi che vogliano aiutarci soltanto perchè è giusto.
    Ci hanno creati per essere loro schiavi, hanno tentato di sterminarci quando ci siamo ribellati, si sono fusi a noi solo quando obbligati dagli eventi e lo hanno fatto con malcelato fastidio.

    Io credo nell'amore, ma l'universo di AC si è retto finora sul concetto che il mondo è un luogo in cui amore e odio si mescolano indissolubilmente e nessuno è dal tutto buono o malvagio.

    Quindi posso accettare che QVP abbiano finito per provare una sorta di benevolenza verso gli umani, ma questa ragione da sola non basta a spiegare la loro decisione di aiutarci.

    Non dimentichiamo mai che in AC nulla è reale, tutto è lecito. Sono convinto che, prima che la storia si concluda, scopriremo che questa frase non è soltanto il motto degli Assassini, ma che piuttosto rappresenti il concetto fondante di tutta la saga di AC, qualcosa di sconvolgente al pari del concetto di matrice nell'universo di Matrix.

    Nulla è reale, tutto è lecito.

    Davide Snake

    RispondiElimina
  23. David fondamentalmente ti sei risposto da solo senza accorgertene... perché i QVP vogliono aiutare gli essere umani? Giunone lo dice apertamente: Non li avevamo fatti per essere saggi, e ora sono la nostre fallace speranza, loro siete voi.(...) ...il Tempo ci logora, possiamo distrarlo, possiamo attraversarlo con lo sguardo, schivare a sinistra quando colpisce a destra, ma prima o poi ti raggiunge, è inesorabile, non possiamo sfuggirgli, non per sempre. [cit.]

    Il motivo finale dunque è questa angoscia che li pervade, la sopravvivenza.

    L'hai detto tu stesso, all'inizio li hanno creati e sfruttati, quando si sono ribellati gli hanno fatto guerra, e, come dice Minerva, quando si sono dimenticati di guardare il cielo, quell'imprevisto li ha quasi condotti alla rovina e ha fatto degli uomini l'unica possibilità di salvarsi.

    Il cataclisma c'è non è una menzogna, tutt'altro. I Qvp hanno timore che stavolta non ci sarà un seguito e dunque il loro genoma andrebbe perso per sempre, impedendo un loro risorgere.

    Il DNA è il vincolo di immortalità più eccezionale che la natura ci ha concesso, per questo è così prezioso per loro, per questo Lucy è stata pugnala, per questo è necessario che incontri Eva.

    In Brotherhood per personale paranoia ho messo i sottotitoli, quello che esce scritto sotto mantenendo la lingua italiana al momento dell'incontro con 16 è allucinante e ora lo capisco: oltre a quello che si sente c'è una frase in più... tuo figlio troppo debole deve rafforzarsi. PREPARARSI A SALVARLI.

    Non so se afferri...

    RispondiElimina
  24. Il problema ne "la verità" è l'abissale differenza fra la versione inglese e quella italiana: ora, credo che ai nostri per il doppiaggio abbiano dovuto dare il copione originale ma solitamente, diciamocelo, non fanno un buon lavoro. Io interpreto che con la frase "too weak...must replenish energy" il Soggetto 16 si riferisce a sé stesso. Per il tono usato. Nella versione italiana, anche caratterialmente, 16 non viene ben reso.
    "Find me in the darkness" si riferisce al fatto che Desmond nel Revelations lo troverà nella Black Room in cui è "rinchiuso" e luogo in cui (speriamo) avremo una qualche risposta in più anche noi.;)
    Il tutto, sempre sottolineando un enorme 'secondo me', perché oltre alla confusione che crea il gioco di per sé troviamo anche difficoltà tecniche nella traduzione.XD

    RispondiElimina
  25. Ciao Coso, qui Davide Snake.

    Intendiamoci bene, la teoria da voi sostenuta sul blog (la catastrofe è reale, gli dei vogliono proteggerci e preservare il proprio genoma) è e rimane allo stato attuale quella più probabile.
    Non ho mai voluto confutare la vostra teoria, che trovo molto verosimile.

    Più semplicemente mi pongo delle domande e, per quanto io tenti di convincermi, trovo l'attuale linea narrativa da noi ipotizzata un poco troppo lineare se considero il fatto che Ubi si è dimostrata finora un ottimo narratore amante dei colpi di scena forti e inaspettati (ad es. scoperte sconvolgenti, tradimenti imprevedibili, azioni apparentemente illogiche e cliffhangers grossi come l'Olympus Mons).

    In breve, personalmente trovo la storia che stiamo ipotizzando molto verosimile ed avvincente, ma priva di quei terremoti narrativi che certamente Ubi inserirà.
    Quello che cerco di fare è andare a caccia di terremoti, scoprire l'enorme segreto che ancora non vedo, ma che sento agitarsi dietro la trama.

    Dico di più. Mi sto convincendo che Ubi sia talmente in gamba da averci già messo sotto il naso tutti gli elementi che ci servono per intuire l'enorme colpo di scena finale, ma che siano stati talmente abili da averli sparsi ovunque in modo da renderci la caccia al tesoro difficile ed appagante fino in fondo.

    Passo infine ad un altro argomento per rispondere all'ultimo paragrafo del tuo commento ed al commento di Elisheba.

    Mesi fa ho letto il tuo magnifico post "Il miracolo sta nella traduzione", che trovo ancora valido oggi.
    La versione italiana distrugge il vero senso delle parole di Soggetto 16.
    Infatti, come scrivevi correttamente mesi fa e come sostenuto ora da Elisheba, la frase "Too weak, must replenish energy" NON è riferita al figlio di Desmond, ma a Soggetto 16 stesso.

    Soggetto 16 infatti è ora un ologramma, quindi dipende dall'energia elettrica per sopravvivere e comunicare.
    Questo significa che l'ologramma di Soggetto 16 attinge energia connettendosi alla "white room" dell'Animus, mentre nella black room non ha accesso a fonti di energia, trattandosi di una partizione da lui creata per incontrare Desmond.

    Per questo motivo, quando l'ologramma di Soggetto 16 si trova nella black room deve fare affidamento sulla poca energia che può immagazzinare dentro di sè (come in una batteria) e che gli dà necessariamente una limitata autonomia.
    La traduzione corretta infatti, come da te scritto in quel vecchio post è: "(Sono) troppo debole, (devo) recuperare energia".

    La strada è lunga e le ipotesi tante, ma la verità soltanto una. E noi la troveremo tutti insieme.
    Salam aleikum a tutti voi, fratelli e sorelle miei.

    Davide Snake

    RispondiElimina
  26. buon giorno quindi in parole povere perchè desmond ha ferito lucy?quindi il soggetto 16 sapeva che desmond lavrebbe pugnalata, era un piano per incontrarlo nella black room ma che cambia se è nella stanza bianca o nella stanza nera?

    RispondiElimina
  27. @anonimo: Ciao, visti certi risvolti è lecito pensare che Lucy sia stata pugnalata per una gravidanza non gradita dagli dei.

    su 16 non mi esprimo, ancora si sa poco, per quanto riguarda le "stanze" dell'Animus, considera che comunque doveva tenere nascosti i dati che voleva mostrare a Desmond in qualche modo. Se non l'avesse fatto all'Abstergo avrebbero potuto fermarlo.

    RispondiElimina
  28. perchè gli dei non dovrebbero accettare una cosa simile?e poi su internet ho visto un filmato in cui c'è un dottore che vuole operare il cervello di un uomo per vedere i ricordi ma che cos'è?

    RispondiElimina
  29. Perché (secondo la teoria di questo articolo) l'entrata in scena dei geni di Lucy non permetterebbe la nascita di un individuo con genoma puro, cosa che accadrebbe invece con Eva... Quel video che hai visto è un materiale vecchio di prova della Ubisoft, un quasi fake (falso).

    RispondiElimina
  30. ma anche se nascesse con un genoma diverso che cambia?

    RispondiElimina
  31. e poi eva non è viva il soggetto 16 dice di trovare il dna di eva a che serve?e come è possibile che lei sia viva?

    RispondiElimina
  32. Non è una questione di genoma diverso è una questione di conservazione della specie. Leggi i commenti più sopra e capirai.

    Eva senza dubbio non è viva, ma la sua discendenza si. 16 dice ti trovare Eva e che il suo DNA è la chiave, non di andare a cercare il DNA anche perché è una frase priva di senso messa così

    RispondiElimina
  33. Forse ho capito per sopravvievere servono due genomi uguali come è successo con adamo e eva?

    RispondiElimina
  34. Più o meno, fondamentalmente gliene basta anche solo uno, a patto che sia completo. Completezza che può essere ottenuta solo se Desmond di avvicina a Eva

    RispondiElimina
  35. e quindi chi è chi ha il dna di eva?e poi giunone dice risveglia il sesto che vuol dire?il sesto senso è l'occhio dell'aquila però quando parla sembra che non sia quello a meno che loro c'èl'hanno più potente.

    RispondiElimina
  36. Chi ha il DNA di Eva ancora non si sa.
    L'occhio dell'aquila è solo una parte del Sesto Senso, che Desmond deve sbloccare completamente.

    RispondiElimina
  37. Non quadra, quando Mario Auditore porta Ezio nella stanza degli assassini indica Altair come loro antenato ergo diretto discendente, avrenno detto una boiata o ci sarà stata qualche incomprensione durante l'intervista, perchè nello stesso revelations come fa Ezio a rivivere i ricordi di Altair? e come mai lo stesso Desmond accede ai ricordi di Altair prima ed Ezio poi, sta a significare che tra i 3 (x soggetto 16 e altri soggetti dell'abstergo) ci sia una discendenza comune. forse per "parenti diretti" s'intende figlio del figlio del figlio... ma questo non vuol dire che non abbiano una antenato in comune, dovrebbe essere visto come una sorta di triangolo con all'estremità altair-maria e al centro ezio-xxxxx e alla base i vari desmond soggetto 16 e tutti gli altri soggetti dell'abstergo.
    forse sto delirando anche pero' il ragionamento quadra.
    complimenti per il blog... molto interessante!

    RispondiElimina
  38. Ciao abbiamo già risposto a questo, Mario non ha MAI detto ad Ezio che Altair fosse un loro antenato, puoi rigiocarti ACII per rendertene conto. Ezio rivive i ricordi di Altair attraverso un mezzo che ancora non ci è del tutto chiaro e che ha bisogno di alcuni sigilli speciali per essere attivato. Questi sigilli saranno alla base delle vicende di Ezio in Turchia. Desmond rivive i ricordi dei suoi antenati semplicemente in ordine cronologico. Per quanto riguarda la discendenza non diretta ti consiglio di leggere il post successivo a questo intitolato Tutti pazzi per Eva per avere maggiori chiarimenti. Ciao e grazie per i complimenti!

    RispondiElimina
  39. come spiegato anke da un video di youtube (ke io ritengo molto piu' affidabile)semplicemente xk piu' semplice e diretto ke lo rende adatto x un videogames invasivo ma nn troppo,Minerva ordina a Desmond di pugnalare Lucy x fargli capire ke luci nn è la donna cn cui deve generare una prole prp xk desmond ha un dna ibrido prp cm ezio ed altair cioè possiede meta' dna alineno (della prima civilta' e meta' dna umano) desmond deve cercare eva xk essa essendo ibrida possiede cm lui i due dna e quindi la loro prole sara' composta interamente da dna alieno (della prima civilta') essendo desmond e eva possessori di meta' dna alieno ciascuno e completandosi a vicenda. LO SCOPO FINALE DEGLI DEI è DI FAR RIVIVERE LA PRIMA CIVILTA' IN PASSATO TOTALMENTE ANNIENTATA DAL QUELLA UMANA !
    A finale cm vedrete la trama di ac è molto complessa ma si risolvera' in un nulla di fatto
    Quello ke potraa' cambiare sara' sl qualke piccola rifinitura ed evento script x tenere la suspase e l'attenzione sul titolo
    Il ripercorrere la vita di ezio e di desmond servira' sl a trovale i famosi frutto dell'eden o poco piu'.
    Sinceramente trovo ke la spiegazione sopraccitata nel topic sia un po' troppo profonda e dispersiva x un plot narrativo di un videogame.
    Spero di essere stato chiaro ed esaustivo. ;)

    RispondiElimina
  40. Ciao Carmine, se leggi il post subito sopra questo, nella home page del blog intitolato "Tutti pazzi per Eva..." ti accorgeresti che non hai detto nulla di nuovo, hai fatto giusto una sintesi del tutto, con tante, troppe abbreviazioni (siamo in un blog, sentiti liberissimo di usare tutta la tastiera e le vocali, qui non si bada a spese).
    Tra l'altro la chiarezza è discutibile: La prima civiltà non è stata annientata dagli uomini.

    E poi vorrei tanto capire cosa intendi per videogame(s?) INVASIVO (???)....

    RispondiElimina
  41. Concordo e sottoscrivo. Ci vuole un po' per capirlo, ma AC ha diversi livelli di sottotrama, in modo che ogni tipo di utente possa apprezzare quelli che vuole. Non è necessario che tutti si impegnino ad arrivare al livello più profondo, la stragrande maggioranza si ferma al gameplay ed è contenta così. Noi invece ci impegniamo per far conoscere certi lati della trama che a volte possono sfuggire e a discuterne con la community, la quale spesso risponde alle nostre analisi, dandoci conferma o meno delle nostre risposte. Per questo motivo ogni giorno di più ci accorgiamo di quanto sia profondo il gioco e per niente dispersivo, ma organizzato. E di pari passo si muovono le nostre analisi...

    RispondiElimina
  42. Intanto, complimentoni per il blog: siete davvero una fonte inesauribile di informazioni (non è che avete dato un'occhiatina a qualche FDE? xD).

    Vorrei postare qui una mia teoria riguardo alla faccenda "Lucy".
    Mi rendo conto che potrebbe essere una c*****a inimmaginabile (anch'io penso che lo sia xD) ma mi è passata questa pazza idea per la mente e volevo condividerla con voi.
    Lucy non è una Templare e Lucy è la discendente di Eva. Allora, vi chiederete, come mai Giunone l'ha fatta colpire a morte (???) da Desmond?
    Semplice, Desmond non ha colpito Lucy, o perlomeno, non ha colpito la VERA Lucy.
    Questa dichiarazione è forse giustificata da una chicca che probabilmente parecchi si sono persi.
    Uscendo regolarmente dall'Animus durante Brotherhood, verrà un momento in cui ci verrà detto che Lucy è uscita per prendersi una boccata d'aria. Se usciremo anche noi, partirà una cutscene in cui Desmond parlerà a Lucy.
    Se, una volta finita la cutscene, attiviamo l'Occhio dell'Aquila potremo vedere chiaramente delle tracce rosse sul teereno all'esterno della Villa. Sangue?
    Queste tracce vanno all'incirca da dove era Lucy durante il dialogo alla fine della scalinata di fronte alla Villa.
    Cosa sarà successo?
    Vi rispondo con un'altra chicca: leggendo una delle tante mail dei nostri compagni Assassini, ci imbatteremo sicuramente in una nella quale Rebecca dice di aver avvistato un furgone sospetto a Monteriggioni.
    Capite come queste due cose si collegano?
    I Templari hanno rintracciato gli Assassini e hanno portato un furgone davanti alla scalinata della Villa (dove finisce la traccia di sangue), hanno aspettato che Lucy si isolasse dal gruppo e l'hanno stordita, caricata nel furgone e se la sono svignata. Lei avrà perso del sangue, così ha lasciato una traccia.
    Ora, vi chiederete, come hanno fatto a trovare una sosia?
    Semplice, se voi esperti del blog confermate una cosa: i Templari sono in possesso di almeno un FDE?
    Credo di si, e se così fosse è logico pensare che lo abbiano usato su un loro compagno Templare facendogli assumere l'aspetto e la voce di Lucy (come Al Mualim alla fine di AC1).

    In questo modo si spiega la dichiarazione di Giunone "Ella non ci è visibile, la croce (Templari) oscura l'orizzonte".

    Cosa ne pensate?

    RispondiElimina
  43. Smonto subito la tua teoria dicendoti che quelle traccie di cui parli tu si vedono fin dall'inzio, ovvero da quando si arriva a monteriggioni....perciò mi sa che questa teoria non è esatta xD

    RispondiElimina
  44. Non è vero. :)
    La traccia non c'è, all'inizio: http://i293.photobucket.com/albums/mm51/xoxpinkpearlsxox/IMG_0022.jpg
    Diventa visibile dalla Sequenza 2:
    http://i293.photobucket.com/albums/mm51/xoxpinkpearlsxox/IMG_0025.jpg
    Rigiocare per credere!
    In ogni caso, per me la spiegazione non è così semplice. Queste non sono normali impronte. E' chiaro come il sole che sono disposte a forma di doppia elica, tipo DNA. Come avrebbe fatto Lucy a lasciare una traccia del genere? Sia che sia uscita di sua volontà o che sia stata trascinata via con la forza, DI SICURO non avrebbe lasciato una traccia così strana. :)

    RispondiElimina
  45. E' vero però che viene nominato un camion sospetto nelle mail. Anche se magari c'entra poco. Magari è una cosa indipendente dalle impronte rosse. Tra l'altro va anche considerato che il camion degli Assassini ha delle smitragliate non indifferenti...

    Comunque avevo notato anche io la doppia elica e non riesco a spiegarmela. Se sono impronte vere e proprie, perchè avrebbero dovuto camminare così? Oltretutto le impronte sono puntate in tutte le direzioni... Se invece non sono impronte, ma un "disegno dall'alto" per avere la doppia elica, cosa sono quelle robe a forma d'impronta? Mistero...

    RispondiElimina
  46. @Enrychan

    magari non dalla prima sequenza, ma le impronte si vedono comunque prima della situazione di cui parla Anonimo ;)

    RispondiElimina
  47. La vedo improbabile come situazione.
    Che ci vogliano mettere nella stessa situazione di Alias con il progetto ELICA?? xD

    Comunque i dialoghi seguenti con Lucy non ci insinuano il dubbio come sarebbe possibile nel caso di una reale sostituzione.

    RispondiElimina
  48. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  49. Bellissimo articolo che mi da sempre più voglia di avvicinarmi alla medicina (la storia dell'mtDNA non la conoscevo)..


    P.S. Tanto per dire, ma solo a me la parola "UBIquitina" ricorda la parola "UBIsoft"??

    RispondiElimina
  50. DERETH:
    forse ho capito l'albero genealogico tra Adamo e EVA,Altair,Ezio e Miles che spieghi la ugualianza fisica tra gli ultimi tre.
    Ve lo disegno e lo posto nel prossimo post

    RispondiElimina
  51. [URL=http://imageshack.us/photo/my-images/651/alberogenealogicodesmon.jpg/][IMG=http://img651.imageshack.us/img651/2011/alberogenealogicodesmon.jpg][/IMG][/URL]

    Uploaded with [URL=http://imageshack.us]ImageShack.us[/URL]

    RispondiElimina
  52. DERETH:
    aspettate non so come si posta un imm. qui
    forse cosi:

    http://imageshack.us/photo/my-images/651/alberogenealogicodesmon.jpg/

    RispondiElimina
  53. http://leveritadellanimus.blogspot.com/2011/08/tutti-pazzi-per-eva-qualche-chiarimento.html

    Qui trovi uno schema non dissimile! ;)

    RispondiElimina
  54. Avendo scoperto solo ieri questo blog, sto leggendo tutti i post dal principio... per carità, interessantissimo anche se a volte si rischia di diventar davvero "troppo" profondi... comunque congratulazioni a tutti.
    Scrivo, anche se in ritardo e anche se dopo l'uscita di ACR, perché leggendo questo post sono rimasto parecchio interdetto. Appena ho letto (non lo sapevo, l'ho scoperto un quarto d'ora fa) che Ezio e Altair non sono parenti diretti, ho pensato: "Ca**arola! Mi casca il mondo!"
    Quindici secondi dopo ho realizzato che la discendente di Altair potrebbe essere la compagna di Ezio. Che, si scopre in ACR, è Sofia. Fine della storia. DNA mitocondriale? Mi pare un discorso insensato... per rivivere i ricordi SIA di Ezio, SIA di Altair, Desmond DEVE necessariamente avere legami di sangue DIRETTI con entrambi. Non so, gli ultimi commenti non li ho letti né ho letto i post successivi a questo, quindi perdonatemi se sono considerazioni già fatte, ma avere il DNA (mitocondriale o meno) di un ANTENATO COMUNE non mette in relazione due individui. Al massimo mette entrambi gli individui in relazione con i loro antenati comuni, fino a che gli incroci genetici divergono in due rami dell'albero genealogico. Non so se mi spiego: A e B generano C e D (poniamo entrambi di sesso femminile), C ed E generano F, D e G generano H... H ed F possono risalire geneticamente ad A e B, ma pur avendo lo "stesso" DNA mitocondriale, ereditato da A, in nessun modo i discendenti di F potranno accedere ai ricordi dei discendenti di H.
    Se sembra confusionario, basta scrivere gli incroci su un foglio di carta... e se ho toppato dicendo cose già ormai ovvie allora chiedo scusa e non mi stupirò della cancellazione del commento.
    In ogni caso complimenti, mi sono appassionato ancor più ad AC grazie a voi!

    RispondiElimina
  55. Ecco, leggendo il post successivo mi rendo conto di aver detto cose già prese in considerazione... sorry -__-

    RispondiElimina
  56. Ciao e complimenti per il blog, veramente bravi..

    Mi rispondete a questo?

    Desmond dovrebbe essere in qualche modo legato a QVP, cioè fa parte di quella stirpe?

    RispondiElimina
  57. Si certo, Desmond è estremamente legato ai CVP. Nel suo sangue ha DNA proveniente dai CVP sia da parte di Altair che da parte di Ezio, che ricordiamo non essere parenti. In realtà il discorso è anche più grande, ti consiglio di leggere qui:

    http://leveritadellanimus.blogspot.com/2011/08/tutti-pazzi-per-eva-qualche-chiarimento.html

    http://leveritadellanimus.blogspot.com/2011/10/conferme-dallalto.html

    RispondiElimina