giovedì 26 gennaio 2012

Tre vite travagliate. Tre vite perse.

Three lives toiled. Three lives lost. Three messages delivered: the greeting, the warning, the revelation.

Tre vite travagliate. Tre vite perse. Tre messaggi consegnati: il saluto, l'avviso, la rivelazione.

Ricorderete sicuramente queste parole. Ne parlai mesi fa, quando Revelations era ancora un miraggio e la Ubisoft rilasciava novità col contagocce. Apparvero nella prima demo gameplay mostrata all'E3 e avevano un sapore tutto profetico. Oggi, passata la foga del 15 Novembre e assimilati gli ultimi risvolti della saga, queste parole consolidano un'idea che mi rimbomba in testa da tempo.


Fin dal 2009, anno di uscita di ACII, sono sempre stato convinto che non vedremo un terzo antenato di Desmond. Le informazioni attualmente in nostro possesso smentiscono o quantomeno precludo la possibilità di un inserimento felice di questo fantomatico personaggio nella trama e il messaggio qui sopra è la chiave di volta da cui parte la mia teoria. E' una questione di coincidenze, ricorrenze, fatalità e probabilità.

Partiamo dal dettaglio più lampante, il numero 3, il numero perfetto, attualmente emblema narrativo della saga, poiché quest'ultima si è fondamentalmente sviluppata intorno ai personaggi principali: Desmond (e per estensione da questi) Altair ed Ezio.
Già da questo dettaglio possiamo porre il primo scomodo quesito a sfavore di un nuovo antenato, se è vero che ci sarà un quarto antenato, perché rimarcare questa composizione trina? Forse perché questi ruoli sono sufficienti a raccontare tutta la storia? Tutto volge verso questa direzione...

Tenete bene a mente il messaggio: Three lives toiled. Three lives lost. Tre vite travagliate. Tre vite perse.

Altair Ibn La' Ahad
1165 - 1257
Vita da Assassino: Altair Ibn La' Ahad, nato e cresciuto all'interno della Setta degli Assassini, fino ai 25 anni ne ha seguito i principi con zelo smisurato. Gli avvenimenti visti nel primo AC stravolgono la sua esistenza: dopo aver di fatto annientato la gerarchia dei caporali Templari , si confronta con il suo mentore Al Mualim, rivelatosi un traditore. Eliminato il Gran Maestro Assassino, Altair si ritrova a guidare la Setta. Fu lui a stravolgerne i dogmi, a riorganizzarne la struttura, a riconfigurarne i fini. Fu lui a dare il via a quella serie di eventi che legherà a doppio filo il suo destino con quelli di Ezio e Desmond. Di Altair restano soltanto le sue memorie annotate in un Codice affidato ai fratelli Polo e degli artefatti particolari contenenti alcuni dei suoi ricordi più significativi. Muore a 92 anni a Masyaf, suo luogo di nascita.
Legami con CVP: Altair ha un dono che coltiva in segreto negli anni, un talento naturale nascosto. Quello che viene chiamato Occhio dell'Aquila (palesemente definito da Giunone come "luccichio blu") è in realtà il legame con una razza superiore, un potere assopito che si risveglia, che gli fa percepire la realtà in maniera totalmente diversa dagli individui comuni. Altair insomma rientra in quella parte di individui discendenti dalla Prima Civilizzazione. Che ne sia all'oscuro o meno di questa sua condizione possiamo solo supporlo, sta di fatto che è una condizione che avrà una certa incidenza nel futuro. La sua longevità è con buona probabilità influenzata dalla sua componente genetica CVP.
Legami con FE: Altair entra in possesso di una Mela dell'Eden, con essa oltre ad attingere a conoscenze dimenticate, scopre il lato più oscuro della realtà, un errore nell'ordine delle cose, un pericolo in agguato, un fardello di cui si farà carico, dando vita a una serie di eventi che vanno oltre la sua sua concezione di lotta per il bene. Deve tramandare un messaggio, in qualche modo ci riesce.

Ezio Auditore
1459 - 1524
Vita da Assassino: Perso durante l'invasione mongola, il Codice di Altair attraversa mezzo mondo e viene recuperato dal figlio di Niccolò Polo, Marco, che insieme a Dante Alighieri, renderanno un marinaio, figlio di Assassini, l'adepto incaricato di partire con la sua famiglia alla volta della Spagna per nascondere il manoscritto. Il viaggio non avrà buon fine e il marinaio, sopravvissuto insieme al figlio a un agguato templare, tornerà in Italia, suo punto di partenza, per attuare la sua vendetta, uccidere i templari e recuperare il Codice di Altair nuovamente perso. Il marinaio è Domenico Auditore, capostipite della casata, che a Firenze troverà insediamento. La sua discendenza continuerà il suo intento, passando per Mario e Giovanni Auditore fino al figlio di quest'ultimo, Ezio. Ezio Auditore fino al suo diciassettesimo anno di età resta all'oscuro dei retroscena che governano la sua realtà. Con buona probabilità sarebbe stato iniziato al diciottesimo compleanno, ma il suo destino prende una piega inaspettata prematuramente, gli eventi si ripetono e come per Domenico al suo tempo, anche Ezio perde suo padre e con lui i suoi fratelli maschi, salvando tuttavia madre e sorella minore.
La vendetta nella famiglia Auditore si rinnova dunque ed Ezio mosso da questa e addestrato da suo zio Mario Auditore, abbraccia una causa che non è la sua influenzando permanentemente la sua vita. Alla vendetta si sostituisce un intento più nobile, la comprensione maturata nel tempo degli ideali Assassini lo spingono verso una lotta che non ha più niente di personale. Rifonda la Setta degli Assassini come Confraternita (diventata così per volere di Altair, un'organizzazione meno appariscente e più scomposta, volta a proteggere il suo operato e i suoi componenti.) a partire da Roma per poi diffondersi nel resto del Mediterraneo. A lui va attribuito anche l'annientamento della famiglia Borgia a capo dell'Ordine Templare, per quest'ultimo la perdita di Rodrigo e Cesare Borgia segna l'inizio di un lungo periodo di declino. Fermata in questo modo la minaccia templare e recuperato il Codice di Altair, Ezio decide di intraprendere un viaggio fino a Masyaf alla ricerca della verità, ripercorrendo il passato del suo Ordine per il quale ha perso affetti e serenità. Muore a 65 anni a Firenze, sua città natale.
Legami con CVP: Come Altair, Ezio è un discendente della Prima Civilizzazione e il suo DNA lo rende capace di utilizzare l'Occhio dell'Aquila. Come sappiamo è una manifestazione del potere assopito del sesto senso. Rispetto ad Altair riuscirà ad affinarlo portandolo a un livello superiore. Il suo genoma avrà una certa incidenza in futuro. Non è parente diretto di Altair.
Legami con FE: Ezio entra in contatto con una serie di artefatti della Prima Civilizzazione. La Mela e il Bastone dell'Eden lo conducono nella Cripta del Vaticano dove prenderà forma il suo ruolo di tramite di un messaggio che sfugge alla sua comprensione, destinato a una persona il cui nome gli rimarrà impresso nella mente indelebile: Desmond. Al contrario di Altair che si lascia ammaliare dalla Mela dell'Eden e ne contempla per anni il contenuto, Ezio decide immediatamente di nascondere la Mela in suo possesso ignorandone quindi i contenuti e volgendo la sua attenzione al messaggio riferitogli da Minerva. Nel viaggio verso Masyaf troverà i sigilli della memoria in cui Altair ha riversato alcuni dei suoi ricordi, giungendo fino alla Mela di quest'ultimo. Rifiutandosi ancora una volta di avere a che fare col misterioso manufatto, Ezio compie un gesto che da un senso concreto all'intrecciarsi di quelle tre vite affaticate, riuscendo a inviare il messaggio di Altair allo sconosciuto destinatario.

Desmond Miles
1987
Vita da Assassino: Il vissuto di Desmond non è certamente meno tumultuoso di quello dei suoi antenati. Nato come Altair all'interno dell'Ordine, all'età di 16 anni decide di scappare da quella realtà, come Ezio in età giovanile infatti, Desmond è all'oscuro di come stanno effettivamente le cose. Nove anni passati in solitudine lo distanziano dal momento della sua cattura a opera dell'Abstergo, nuovo alias dei templari, che lo costringono a rivivere le sue memorie genetiche alla ricerca di un manufatto particolare. Salvato da un'infiltrata Assassina, Lucy, Desmond rivaluta il suo passato e sposa la causa dell'Ordine per fronteggiare i Templari. 
Attraverso l'effetto Osmosi concesso dall'utilizzo dell'Animus, Desmond ripercorre la vita dei suoi antenati Ezio e Altair, risvegliando in se stesso capacità assopite che lo rendono a tutti gli effetti un Assassino completo. Come Ezio ed Altair prima, Desmond si ritrova in balia di eventi più grandi lui.
Legami con CVP: la condizione di Desmond è più unica che rara, il fatto di discendere da due Assassini  detentori di un discreto quantitativo di genoma CVP lo rendono di fatto estremamente vicino alla fisiologia degli individui della Prima Civilizzazione. Il quantitativo di genoma CVP nel suo DNA supera il normali livelli. Per questo motivo Desmond è visto dagli "dei" come il prescelto, come capace di risvegliare il Sesto Senso e scongiurare quindi il ripetersi di una finale disastroso per l'umanità.
Legami con FE: Desmond entra in contatto con la Mela di Ezio nascosta sotto il Colosseo a Roma. Al contatto con questa, una serie di eventi si fondono tra loro, attraverso essa capisce cosa deve fare per scongiurare una catastrofe. Desmond insomma risveglia le sue capacità superiori. Il resto è ancora tutto da vedere...


Delineate brevemente le vicende dei tre personaggi principali la domanda sorge spontanea: dove lo inserisci un nuovo antenato?
La disamina dei fatti che segue è rigorosamente pratica e coinvolge sia gli aspetti cronistici (racconto della trama) sia i vincoli materiali (produzione del brand).

Partiamo dal fatto che un nuovo personaggio va caratterizzato e sappiamo da vari annunci da parte di Ubisoft che il prossimo ACIII sarà l'ultimo della (di questa) saga.
Qui sotto vi propongo un piccolo schema riassuntivo che sintetizza la percentuale di coinvolgimento narrativo di Desmond, Altair ed Ezio nella saga di Assassin's Creed.

Coinvolgimento narrativo dei personaggi principali in AC

Come si evince dal grafico, tutti e tre i personaggi hanno avuto il loro ampio margine di presenza all'interno della saga, noterete anche che Desmond è quello con la percentuale più bassa (31%) ma visto il finale di Revelations abbiamo modo di pensare che compenserà i pochi punti percentuali mancanti col prossimo capitolo, dove si presume entri effettivamente in azione.
Nel complesso comunque tutti e tre i personaggi hanno avuto modo di ricevere una caratterizzazione esaustiva: nel primo AC Altair la fa da padrone con un Desmond in retroscena a tappare gli intermezzi tra una sessione e l'altra dell'Animus dandoci pochissime informazioni sul suo conto. In ACII entra in gioco Ezio del quale percorreremo totalmente la vita (da neonato a morto su una panchina in Embers), Desmond inizia a mostrarsi per la sua vera natura tra addestramento con annesso effetto osmosi e consultazione dei glifi, Altair quasi scompare, ma col flashback del suo incontro con Maria e le pagine del Codice ci fornisce comunque nuove informazioni su di lui. In ACB Ezio ha praticamente detto tutto di se stesso e le sue vicissitudini si riassumono con un "guerra fino alla morte di Cesare Borgia", che comunque ha la sua rilevanza. La vera star del capitolo è Desmond che tra fuga a Monteriggioni, incontro con 16 tramite i cluster e accoltellamento di Lucy sotto il Colosseo, dispiega completamente la sua identità a favore di Revelations. In quest'ultimo i personaggi trovano l'equilibrio narrativo perfetto, ognuno adempie al suo ruolo, tutti e tre in egual misura, preludio di una resa di conti definitiva.

A questo punto come si fa a raccontarne le gesta, la storia, il ruolo di un nuovo personaggio principale in un unico capitolo che farà da conclusione per gli altri tre? 

Se inoltre consideriamo che:
- da Brotherhood mancavano 72 giorni alla data X, 21 12 2012, data del Lancio dell'Eye Abstergo e dell'annunciato Cataclisma. (dei 72 giorni alcuni sono stati spesi per raccontare la storia di Revelations)
- le sessioni sull'Animus erano volte all'ottenimento del Frutto dell'Eden e delle capacità di Assassino di Desmond, obbiettivi entrambi raggiunti con annesso Sesto Senso risvegliato.

Lo spazio di manovra per inserirlo senza creare forzature è praticamente assente, la contestualizzazione impossibile. In 4 capitoli di saga non è stato neanche lontanamente nominato, non un riferimento è stato avanzato a favore di questo antenato X: Chi è? Dove è vissuto? Che ha fatto?
Si potrebbe avanzare la stessa considerazione per Ezio (in effetti nel primo AC nessun indizio alludeva alla sua presenza) tuttavia i tempi sono differenti, Ezio è stato introdotto all'alba della saga e ne compone gran parte, mentre questo nuovo antenato dovrebbe entrare in scena nel finale.

Entrata in scena che costituirebbe una stonatura esagerata se consideriamo anche una serie di coincidenze e probabilità. Di seguito vi ripropongo una ricostruzione dell'albero genealogico di Desmond, presente tra i files del Multiplayer di Revelations.

Clicca per zoomare
L'unicità di Desmond è frutto di una coincidenza, come scritto sopra nel suo breve profilo, a renderlo speciale è la convergenza dei due Assassini nel suo ceppo genealogico, una coincidenza frutto del caso, una fatalità irripetibile.
Le probabilità che nel suo albero genealogico ci sia l'ennesimo Gran Maestro Assassino hanno del ridicolo, tutte a discapito del realismo della trama. Non a caso Aquilus, l'assassino romano presente nel fumetto omonimo, è stato si registrato sotto il marchio Ubisoft ma non è ritenuto canonico.

Tutto insomma volge verso uno scenario moderno e le informazioni a nostra disposizione per avvalorare questa ipotesi sono molteplici. Se mai dovesse esserci un antenato, sono dell'idea che avrà a che fare con personaggi che abbiamo già visto e in ogni caso avrà uno spazio molto marginale. A mio parere definire la saga con l'equazione AC=Animus+Passato sia fuorviante: per quanto fino a ora questo binomio sia stato una costante della saga, i tuffi nel passato erano funzionali al conseguimento di determinati traguardi, ovvero al reperimento di informazioni sui frutti dell'Eden, cosa ottenuta e all'acquisizione da parte di Desmond tramite l'Effetto Osmosi di determinate abilità, anche questa avvenuta con successo. Ora che Desmond ha anche ottenuto il Sesto Senso e ha visto l'epilogo della vita di Ezio e Altair non ha più motivo di usare l'Animus. Da un punto di vista meramente materiale poi, il comparto gameplay tra il primo AC e ACII coi suoi derivati (ACB e ACR) è notevolmente diverso, in linea con questa filosofia quindi potremmo ritrovarci un ACIII estremamente differente dai suoi predecessori in termini di meccaniche.

Tratto dal fumetto
preorder di AC
Un ipotetico scenario potrebbe essere il seguente: la resa dei conti è ormai vicina, manca poco tempo prima del lancio del Satellite Abstergo e della catastrofe, motivo per cui nuove sessioni sull'Animus non trovano senso, bisogna fermare la minaccia imminente, ora e subito. In un contesto sociale moderno scordiamoci assolutamente le uccisioni in piena luce del sole, specie considerando che ora le armi da fuoco la fanno da padrone. La Abstergo si muove in segreto e di certo non si può creare situazioni da Far West in mezzo alle strade. Desmond approfitta di questa cosa e si sposta nella quotidianità delle metropoli per restare al sicuro, pedina persone, si sposta felino come qualsiasi uomo atletico che pratica parkour, si infiltra in uffici, ha una lista di persone da eliminare. La componente stealth insomma inizia ad avere una certa valenza. Gli Assassini moderni come sappiamo da The Fall, non uccidono, solo se costretti, agiscono in modo diverso operando tra la gente e muovendo le massa verso la ribellione. Ma dovendo agire? E in pieno giorno?
Materiale che arriva dritto dall'enciclopedia suggerisce dei concept adatti all'occasione, la shockblade ad esempio permette attacchi silenziosi letali e non in piena luce, senza spargimenti di sangue.
La "shockblade", concept
tratto dall'Enciclopedia

Immaginate la scena: fermi a un affollatissimo incrocio col semaforo dei pedoni che lampeggia rosso, dall'altra parte della strada un businessman ignaro di tutto con la sua ventiquattr'ore e appuntata sulla cravatta una crocetta templare. Scatta il verde. Desmond e la sua vittima si incrociano in mezzo strada lungo le strisce pedonali, ZAP, una scossa letale all'altezza dei reni e toglie il disturbo. La cosa non mi dispiacerebbe affatto. Altro punto interessante sul piano del gameplay è lo sviluppo a 360 gradi delle possibilità dell'assassino di spostarsi agevolmente per la città: nei capitoli con protagonista Ezio abbiamo visto svariati metodi per attraversare grandi distanze, dai "trampolini" delle aste presenti nel Falò delle Vanità di ACII all'Hookblade di ACR. Tutte applicazioni che possono essere serenamente introdotte in un AC con location moderne ricche di spazi aperti.

In conclusione Revelations ci fornisce anche una lista di potenziali obbiettivi da eliminare, dai file del multiplayer ci giungono dei nomi, che sono giusto 8, tanti quanto le sequenze minime per un nuovo AC. Di fatto, eliminando queste persone l'Abstergo crollerebbe sotto il peso di una gerarchia ferita gravemente:
  • CEO Alan Rikkin, Management, Abstergo 
  • Laetitia England , Operations, Abstergo
  • Dr. Warren Vidic, Research, Animus Project
  • Dr. Mitsuko Nakamura, Research, Lineage Research and Acquisition
  • Dr. Àlvaro Gramática, Research, Future Technology
  • Daniel Cross, Operations, Abstergo
  • Isabelle Ardant, Operations, Historical Research
  • Otto Schmidt, Operations, Lineage Research and Acquisition 

136 commenti:

  1. Solo una domanda: Nei file del muly di ACR (l'11b per essere precisi) si dice che Daniel cross "[...]è diventanto un agente, il nostro secondo migliore nelle operazioni sotto copertura.[...]". Considerato che Daniel è uscito di senno e mo sta tranquillo solo nell'animus seguendo i ricordi di Nikolai, non è possibile che una delle vittime è questo, appena citato, migliore agente nelle azioni sotto copertura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possibile. Comunque Daniel si è ripreso, hai visto i video del Multiplayer? ;)

      Elimina
    2. Alla fine dell'ultimo di quei filmati si sente cross che non vede l'ora di agire.. quindi penso che lo vedremo presto.. io invece non ho capito, ma perché lucy è morta? Voglio saperlo :(

      Elimina
    3. Mi mancano gli ultimi tre video del multi. Non mi piace molto il multiplayer in nessun gioco, ma con AC mi sto sforzando di sbloccare almeno i video...

      Elimina
    4. Guardali da youtube se non ti va di sbloccarli, però se non giochi non sblocchi neanche i dossier e alcuni di loro sono molto interessanti.

      Elimina
    5. Qualcuno mi può dire dove posso trovare questi video? Purtroppo non ho la possibilità di andare online con la ps3 al momento (bella fregatura!)

      Elimina
    6. http://www.youtube.com/watch?v=qTmf3yzd8Tg&feature=channel_video_title

      Elimina
    7. Grazie mille Coso!

      Elimina
    8. Ho finalmente finito di sbloccare tutti i file del multi, e dall'ultimo dossier è uscito il nome di Conso associato ai CVP. Dalle mie blande conoscenze riguardanti le divinità greco/romane, Conso mi risulta essere una divinità legata alla fertilità, o alla terra. Dopo una rapida ricerca pare possa essere anche una divinità che dispendava consigli. Possiamo pensare che apparirà in ACIII oppure un CVP associato a questo nome è già uscito da qualche altra parte...?

      Elimina
    9. Si è già apparso in Project Legacy, il gioco di AC su facebook. Sussurrava parole al piccolo Giovanni Borgia e da grande si impossessa del suo corpo se non ricordo male...

      Elimina
    10. Corretto. Senza contare che è anche probabilmente protagonista della trama di William Robert Woodman, Samuel Liddell Mathers, Aleister Crowley e dell'Ordine Ermetico dell'Alba Dorata :P

      Elimina
    11. Ciao a tutti, qui Snake.

      In effetti Conso è protagonista sia della parte relativa a Giovanni Borgia, ma anche di quella relativa all'Alba Dorata.

      Infatti, anche se nella seconda parte non è mai citato apertamente, in realtà è proprio Conso a narrare questa parte in prima persona, pur tramite il corpo di Woodman (almeno finchè Woodman è in vita, dopodichè Conso continua a narrare in forma "spirituale").

      Sono certo del fatto che, anche nella parte di Woodman, si tratti di Conso, perchè il narratore della trama di Woodman dice più volte di avere ricordi diretti della vita di Giovanni Borgia.
      Questo ha solo due possibili spiegazioni:

      - I CVP sono in qualche modo in grado di possedere corpi umani; è la mia teoria preferita, purtroppo è anche quella che più fa storcere il naso al buon Coso, eheh!

      - I ricordi di vite altrui sono dovuti al contatto con Frutti dell'Eden, che, come sappiamo, sono in grado di trasferire informazioni; teoria plausibile e probabile, ma meno affascinante e anche meno logica per me, considerando che nella parte relativa a Woodman, Conso narra in prima persona ciò che vive e ciò che ricorda della vita di Giovanni, mentre nella parte relativa a Giovanni, che è venuto certamente a contatto con dei Frutti, è Giovanni a narrare ciò che il CVP gli sussurra nella testa, almeno fino a che non entra nella cripta di Conso a Roma, unico momento in cui Conso parla in prima persona "possedendo" Giovanni.

      Queste due parti di Project Legacy (quella di Giovanni Borgia e quella di Woodman) restano per me tra le più enigmatiche ed interessanti in assoluto ai fini della trama generale della saga di AC, in particolare per quanto riguarda le abilità e gli scopi dei CVP.

      Come la vedete voi?

      Salam Aleikum,

      Snake

      Elimina
    12. La possessione è un teoria che mi ha sempre intrigato e ho cercato di dargli anche un senso, secondo me avviene in presenza di un FE e di un individuo con un certo corredo genetico. Questi possedendo in comune alcuni geni con l'eventuale CVP permette a quest'ultimo di controllarlo quasi in "modalità remota" come se i geni fossero dei parassiti che piegano la volontà dell'ospite allo stesso modo con cui Giunone ha spinto Desmond a pugnalare Lucy... ne parlerò a breve... molti post vanno rivisti...

      Elimina
    13. Io sottolineo ancora una volta quanto sia pesante Project Legacy e quanto spero NON venga abbandonato da Ubi MTL.

      La possessione è la teoria più plausibile per spiegare i ricordi criptici usciti quest'estate. Secondo me il FE non è necessario, ma il corredo genetico si. E' provato che Giovanni Borgia avesse l'Occhio dell'Aquila e che quindi avesse una buona concentrazione del DNA dei CVP, visto che la Mela reagiva ai suoi comandi ed anche il Libro, mentre quest'ultimo non funzionava con altri personaggi. Ora che ci penso anche Ermete Trismegisto che dice a Pitagora di essere "degno" può derivare da un controllo dei geni, magari tramite il Caduceo (e allora magari i FE c'entrano davvero). Sarebbe molto interessante capire dove stia e quanto possa resistere la volontà dell'ospite...

      Elimina
    14. GIGAREPLY – PARTE 1

      Ciao Coso e Markuz, qui Snake.

      Felice di vedere che state riconsiderando la mia teoria, forse davvero ci porterà a qualcosa di interessante in futuro.

      Sono tendenzialmente d'accordo con Coso circa la probabile spiegazione della possessione, che sarebbe possibile solo in presenza di 3 elementi, che funzionerebbero come un sistema informatico:

      - un CVP o almeno una suo ricordo senziente (ologramma o spirito che sia), che funzionerebbero come master, ovvero come programma contenente comandi da inviare ad un umano compatibile;

      - un umano compatibile, ovvero con corredo genetico contenenete sufficiente dna CVP da renderlo potenzialmente recettivo ai comandi, che funzionerebbe come slave, ovvero una macchina che esegue i comandi contenuti nel programma master;

      - un Frutto dell'Eden, ovvero l'interfaccia attraverso la quale il CVP (o il suo ricordo senziente) master invia i comandi all'umano slave.

      A mio modo di vedere i Frutti dell'Eden sono certamente in grado di analizzare il dna umano e di verificarne la compatibilità.
      Infatti, come ricordato da Markuz, il Caduceo di Ermete Trismegisto "scansiona" Pitagora (ovvero ne analizza il dna) prima di identificarlo come un degno successore, dove degno sta per compatibile.

      La faccenda della compatibilità è molto interessante e potrebbe avere risvolti inaspettati.
      Infatti, cosa significa davvero compatibile? Compatibile per cosa? Per usare i FE? O per ubbidire ai CVP come una macchina azionata remotamente?
      Questo mi ha poi portato ad un'altra considerazione succosa. Sappiamo che i FE sono in grado di trasferire informazioni attraverso il tempo. Tra i tanti di tipi di informazioni esistenti, ci sono anche i comandi.
      E se il controllo remoto non fosse da intendere soltanto come controllo a distanza nello spazio, ma come controllo a distanza nel tempo?
      In tal caso i CVP potrebbero controllare dalla propria epoca antica umani compatibili vissuti anche millenni dopo, purchè in possesso di specifici FE, di fatto pilotando gli eventi ed influenzando il futuro a proprio piacere.

      Elimina
    15. GIGAREPLY – PARTE 2

      Tutto questo se si presuppone che i CVP siano estinti. Possibile forse, ma non confermato.
      E così torno a tirare fuori una delle mie teorie preferite, che è un'estensione della possessione vista sopra (intesa come interazione tra CVP e umani con dna compatibile).
      L'estensione che vagheggio da sempre è la sopravvivenza dei CVP in spirito (non un ricordo senziente, ma l'anima vera e propria tramite qualche tecnologia CVP) ed il possibile trasferimento di tale spirito ad un nuovo corpo compatibile (tramite qualche altra tecnologia CVP, forse quella dei FE). Se una tale teoria fosse esatta i CVP potrebbero essere in attesa di tornare in carne ed ossa a dominarci e, in quest'ottica, la seconda catastrofe del 2012 potrebbe persino essere una bufala instillata dai CVP nella testa degli umani per fare in modo di pilotare gli eventi e guidare Desmond & Co. in una corsa non per la salvezza del pianeta, ma verso la "resurrezione" dei CVP (grazie alla prole di Des+discendente di Eva con dna 100% CVP) e verso la nuova schiavitù del genere umano.
      Bene, fermo qui i miei deliri per il momento.

      In ogni caso trovo interessante e non trascurabile il fatto che nel capitolo di Project Legacy relativo all'Alba Dorata, il CVP Conso, dopo la morte del suo involucro Woodman, quindi quando è soltanto presente in forma spirituale, venga continuamente visto da Moina (la moglie di Mathers) e percepito da Mathers stesso, due umani che Conso considera particolarmente dotati (hanno forse una quantità elevata di dna CVP che attiva in loro una specie di Occhio dell'Acquila?), ma soprattutto (e questa è la vera bomba per me) giochi fisicamente a scacchi con Mathers.
      Passi per la possibilità di vederlo o percepirlo, che forse sarebbe possibile per degli umani con dna CVP anche se si trattasse solo di un semplice ricordo senziente, ma come la mettiamo con l'azione di giocare a scacchi?
      Questa è un'azione fisica compiuta da uno spirito con volontà propria, cioè da un'anima CVP privata del corpo, ma viva.
      Questa, a mio modo di vedere, è la prova più schiacciante che i CVP, o almeno alcuni di loro, sono in qualche modo sopravvissutti in forma spirituale almeno fino al XIX secolo e, perchè no, forse potrebbero essere vivi ora, nelle fasi terminali della saga ambientate nel 2012.

      A voi la palla, come sempre attendo impaziente vostri commenti.

      Salam Aleikum,

      Snake

      Elimina
    16. Da ricordarsi inoltre che Conso viene notato anche da Aleister Crowly, come ci fa sempre notare il paventato CVP.

      Markuz sarà contento vedendomi entrare in questo contesto. LOL

      - Sly -

      Elimina
    17. Salute e Pace Snake, ottimo intervento. Sono dell'opinione che la questione compatibilità genomica sia ricollegabile proprio al tentativo da parte dell'eventuale CVP di trovare un nuovo corpo che possa ospitarlo. Dubito che tutto il complesso Catastrofe-Conflitto sia una messa in scena, ma ciò non esclude comunque questo secondo fine, anzi, forse proprio il fatto che vi sia un'imminente catastrofe lì spinge a compiere una cosa simile. Prova a pensarci: tu hai detto che non abbiamo conferma della loro estinzione, ce l'abbiamo! I dossier Abstergo dicono che sono scomparsi da tempo anche se la loro permanenza è stata estremamente longeva. Di loro ora rimane solo questa eredità genetica, che si è diluita nel tempo attraverso i ricambi generazionali e rischia di scomparire del tutto con l'incombente catastrofe. Loro DEVONO preservare il loro genoma, a ben vedere è l'unico modo del genere umano e della vita tutta, di beffare la morte. La trasmissione del proprio genoma alla prole è l'unico modo di persistere in questa realtà. E i CVP lo sanno.

      Per quanto riguarda la questione "partita a scacchi", il ricordo senziente potrebbe benissimo farla. Soggetto 16 in ACR sembra una persona viva a tutti gli effetti, ride, soffre, riflette... tutto questo perché (secondo la teoria del ricordo senziente) ha un ricordo della sua entità, ha un ricordo di ogni parte di se stesso, avendo pertanto la possibilità di replicarle. Ricordarsi di saper fare una cosa, ti permette di farla, che sia una mossa sulla scacchiera o il concetto di un sentimento. Bada bene però, quello non sarà Conso, avrà un corredo genetico simile, avrà i suoi ricordi e il suo modo di agire ma sarà solamente una replica. Il vero Conso è morto. Così come 16.

      Elimina
    18. Si, ma il contesto è diverso. Il Soggetto 16 in ACR è un'intelligenza artificiale rapresentata all'interno di un programma virtuale. Conso invece gioca la partita a scacchi con una persona vera (Mathers) e spostando scacchi veri. La novità vera è che gli ologrammi finora incontrati non hanno mai fatto effettuato azioni concrete, ma hanno al massimo agito attraverso FE come la Mela. Ma il ricordo dell'Alba Dorata è talmente complesso che ci vorrebbe una mega discussione anche solo sul forum. Il problema è che andrebbe tradotto per discuterne tutti, Sly mi capisce...

      Elimina
    19. Io non ho specificato la fonte del ricordo senziente volutamente! 16 attinge la sua "coscienza" dalla memoria virtiuale dell'Animus, Conso lo farebbe direttamente dalle memorie genetiche dell'ospite, se ha dei geni che lo rendono compatibile ha anche le memorie dei suoi antenati, sarebbe insomma un effetto osmosi forzato. L'emorragia genetica che ha portato 16 alla pazzia fece riaffiorare le personalità dei suoi antenati. Conso coadiuvato dai poteri dei FE potrebbe "tornare in vita" forzando sulla personalità dell'ospite...

      Elimina
    20. Si, ma il problema è che in quel ricordo l'ospite è già morto e Conso ne è uscito. Mathers gioca a scacchi con l'ologramma...

      Elimina
    21. E l'ologramma da cosa è proiettato? Da un FE? Se si la cosa non mi stupisce, abbiamo più testimonianze di ologrammi tangibili vedi le copie di Al Mualim e dei capi templari, quelle di Ezio contro Rodrigo e quelle degli assassini usate da Altair per fermare i mongoli. La materializzazione di Conso potrebbe funzionare sulla falsa riga di questi esempi. Idem per le di coscienze attive, Minerva e Zeus danno segni di reazione al contesto, Minerva zittisce Ezio in ACII e Zeus si compiace alla visione di Desmond nel giunto temporale.

      Elimina
    22. Coso, ma gli ologrammi dei FE non sono visibili da tutti? Perché Conso nel ricordo di PL non è visibile da tutti (ciò è dimostrato dal fatto che Berridge, un adepto di Mathers, non riesce a vederlo mentre costui lo insegue e si siede vicino a lui in una carrozza.), ma solo da chi, secondo lui, è "dotato", si presume dell'Occhio Dell'Aquila. Tra queste persone ci sono Mathers, sua moglie Moina e Aleister Crowly.

      Elimina
    23. Dovrei esaminare con calma questa storia di Conso, mi sta incuriosendo non poco....

      Elimina
  2. Nel prossimo capitolo puo essere plausibile anche una forte presenza del s16: magari mentre salvava desmond nella black room ha "stampato" una sua copia nella mente di Desmond che lo potrà guidare nel prossimo capitolo, e permetterà a noi di conoscere meglio la sua storia e il suo ruolo nella corsa per salvare il mondo. Apparte questo ho un altro dubbio da risolvere: in ACR abbiamo scoperto che Altair aveva utilizzato un'altra Mela durante la sua vita e che non è quella che è passata ad Ezio, ma se Ezio è entrato in possesso della Mela dopo che Rodrigo Borgia l'aveva fatta portare a Venezia a Cipro, di chi era la Mela di Cipro e chi la lasciata lì?? Tutti pensavamo che era quella che Altair custodiva ma con il finale di Revelations questa teoria crolla. Qualcuno sa dare una risposta? Nicola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicola, di questo dettaglio ne ho parlato giusto qualche tempo fa in privato con Markuz e siamo giunti a questa conclusione: Rodrigo finanzia la spedizione verso Cipro non tanto per andare a recuperare un frutto nascosto lì sotto quanto per sfruttare i documenti nell'archivio Templare visto nelle avventure di Bloodlines. A ben vedere insomma, la ricerca ha esito positivo e grazie alle informazioni dell'archivio i Templari tornano dal Medio Oriente con una Mela di cui però non si sa l'effettiva localizzazione.

      Elimina
    2. Quindi hanno avviato questa ricerca non essendo sicuri di trovare un FE? Nicola

      Elimina
    3. Questo spiega il tempo trascorso, infatti ci hanno messo ben due anni

      Elimina
    4. se ricordo bene l'abstergo aveva trovato la mela di altair sotto masyaf e l'aveva usata in un esperimento ma era esplosa e per questo usano desmond per rivivere i ricordi di altair fino al momento in cui compare la mappa con la posizione degli altri frutti dell'eden alla fine di AC1

      Elimina
  3. Comunque approvo totalmente il ragionamento di coso, visto che è uguale al mio XD

    Sarebbe inutile introdurre un nuovo antenato a qeusto punto, se dovremo rivivere dei ricordi, allora saranno solo brevi sequenze per ottenere precise informazioni

    Devo dire che anche io appena letto della shockblade, mi sono fatto tutto un film in testa XD
    Credo e spero che saranno veramente quelli della lista i nostri bersagli

    Poi anche io mi sono concentrato su l'albero genealogico di Des (anche io l'ho ricostruito come te XD) e solo il nome di Ilario mi è sfuggito, lo hai letto dal quello del multi o si conosceva per qualche altro motivo?
    L'unica differenza con il mio è che io ho messo Y-DNA

    Posto un mio ragionamento (sicuramente folle e inutile, ma assassin's creed mi fa perdere la ragione .-.)

    Come si nota chiaramente, la linea rossa attraversa il "percorso" di Altair e Ezio, fino ad arrivare a William, e poi a Des

    Ma c'è da notare qualcos'altro, alcuni nomi sono in un rettangolo rosso, fino a quando sono Altair, Ezio e Des niente di strano, ma poi perchè Mario? E anche un altro Auditore, l'unico di cui non capisco il nome, figlio di Domenico

    Ora viene naturale chiedersi, perchè loro sono importanti, tanto quanto Ezio, Altair e Des? E perchè viene mostrato il nome del figlio di Domenico, che fino ad ora era ignoto, e non quello dei discendenti successivi o antenati precedenti?

    Da Mario parte anche una linea con un punto interrogativo (che parte anche dalla madre di Altair, ma in senso contrario)
    Sappiamo che in Des risiede molto dna CVP, un caso su 10 milioni, deduco quindi che le famiglie potrebbero essersi intrecciate più volte
    Se William discende da Ezio e Altair come indica la linea rossa, è chiaro che per aumentare il dna CVP tramandato a Des, anche la madre deve averne
    Sospetto quindi che la madre di Des discenda da Mario e da un parente precedente alla madre di Altair

    Continuo col dire, siamo nel XXI secolo, come può la madre di Des non essere conosciuta? Eppure viveva con loro, lo sappiamo dai ricordi di Des
    La prima cosa che mi viene in mente è che sia lei la spia, in fondo questa fantomatica spia ha passato all'abstergo l'albero genealogico di Des, quando lo stesso padre, William, dice di averlo scoperto troppo tardi, chi altro potrebbe conoscere l'ascendenza di Des meglio del padre?
    E, se ho ragione, proprio i suoi antenati non sono inseriti nel file

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora:
      - per la questione Ilario, di lui si fa menzione in ACII nella scheda database relativa a Firenze. Era amico di Cosimo de' Medici e ne fu Gonfaloniere fino al 1442, anno in cui venne sostituito da Luca Albizzi. Da lì ho dedotto la sua età e collocato come nonno di Giovanni e Mario.
      - i nomi dentro i riquadri rossi sono da attribuire ai vari Capi dell'Ordine, prima di Ezio era Mario infatti a guidare quel poco che restava della confraternita, mentre Giovanni, fratello minore di Mario, operava in solitaria.
      - i punti interrogativi lasciano semplicemente intendere che da lì i dati in possesso sull'albero genealogico di Desmond non si conoscono. Dubito che i due ceppi si siano incontrati più volte altrimenti Desmond non sarebbe il primo ad avere quel genoma. E' lecito pensare quindi che un assassino giunga da via materna e l'altro da via paterna. Quale sia la collocazione non ci è dato saperlo
      - Sulla madre di Desmond non mi espongo, semplicemente potrebbe essere rimasta lontana dagli occhi delle spie Abstergo come gran parte degli assassini fino agli eventi del 2000.

      Elimina
  4. E come al solito il tuo articolo fà iniziare bene la giornata. :)

    Per quanto riguarda gli Antenati, sono d'accordo con te su tutti i punti fisici che abbiamo a nostro favore. E' vero, c'è poco tempo a disposizione (meno di 72 giorni) abbiamo passato 3 giochi a spolpare fino nel midollo due personaggi solidissimi. Cosa dovrebbe farci pensare che una altro antenato debba apparirire?

    Eppure...eppure...il dubbio rimane. Ed è proprio l'introduzione, l'avviso che mi fà porre delle domande.

    "Tre vite tormentate. Tre vite perse. Tre messaggi consegnati: il saluto, l'avviso, la rivelazione."

    Allora, sappiamo sicuramente che si sta parlando dei nostri cari Assassini. La loro vita consumata dal dolore e dal cercare di porre fine ad una guerra di cui non vedranno la fine. Molto bene. A una prima visione potrebbe quasi sembrare chiaro che i tre siano ricollegabili direttamente ai tre assassini (Altair "il saluto", Ezio "L'avviso", Desmond "la rivelazione").
    Ma possiamo davvero esserne così sicuri? Ezio può benissimo essere ricollegato all'"avviso", visto il suo ruolo di Profeta. Anche Desmond potrebbe essere ricollegato alla "rivelazione", visto che gli viene rivelata la posizione. Ma Altair? Cosa collega Altair al "saluto"? Altair è l'unico che effettivamente non entra mai "in contatto" con un QVC da ciò che sappiamo noi. A cosa si riferisce questo?
    Allora potremmo dire che forse "il saluto", "l'avviso" e "la rivelazione" non sono altro che i tre messaggi delle Divinità: "il saluto" di Minerva, "l'avviso" di Giunone e "la rivelazione" di Giove. Se l'ultimo QVC rientra ale 100% nel suo ruolo, rimarrebbero alcuni dubbi sulle due dee. E' vero, Minerva saluta Ezio e gli svela un messaggio, ma allo stesso tempo gli dà anche un "avviso" di ciò che succederà nel futuro. Giunone invece avvisa Desmond di quello che sarà il suo futuro, ma non dà nessuna prosepttiva aperta verso un modo per cambiare le cose. C'è qualcosa, sottofondo, che non torna.

    Quindi, cosa penso? Andando a fare un ipotesi generale, penso che ci potrebbe essere un altro assassino, un assassino cronologicamente "antecedente" ad Altair, che potrebbe funzionare prima per una ragione di scelte del brand (non andare troppo a modernizzare la saga) sia per ricoprire il ruolo del "saluto". In questo modo quindi Altair rientrebbe nell'"avviso" (le visioni apocalittiche della Mela, la continua ricerca) ed Ezio, attraverso i messaggi di QvC, consisterebbe la vera e propria "rivelazione". Potrebbe anche rientrare con l'idea che ci eravamo fatti di un assassino "marginale": noi infatti conosciamo già la verità,conoscere la prima parte di questo processo sarebbe più che altro un elemento di contorno piuttosto gustoso.

    In questo modo Desmond sarebbe il contatto con tutte questre tre "vite perse", ma perchè non considerare anche Desmond una vita persa? Semplice, perchè lui non lo è. Desmond è ancora vivo, e con gli elementi che ci sono stati dati della trama ipotizziamo che sarà lui a trovare una soluzione che potrebbe portare a salvare il mondo.

    E' venuto un "megapapiro di commento". XD Fatemi sapere che ne pensate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il saluto, l'avviso e la rivelazione li collego rispettivamente a Ezio, Altair e Desmond. Il motivo di questa scelta ricade sulla lettura cronologica offerta dalla saga. Noi fondamentalmente sul piano "profezia" abbiamo visto prima le vicende di Ezio e poi quelle di Altair tramite Revelations.
      Non ricollegherei in maniera così netta questi tre punti alle tre divinità, è qualcosa di più ampio:

      - il saluto a Ezio, profeta che doveva trasmettere il messaggio.
      - l'avviso di Altair, che viene a conoscenza della grave minaccia
      - la rivelazione per Desmond, che entra in contatto coi suoi antenati e scopre una verità sorprendente.

      Altair comunque ha visto tutto, ha visto sia la cripta del Vaticano che il messaggio di Giove, ma semplicemente non era il prescelto. Anzi lo era, ma il primo di tre. ;)

      Elimina
    2. Mi sembra corretto, tuttavia non sono ancora convinto che Desmond sia per forza un membro di questa triade, o che debba esserci per forza solo una triade. Non lo si può affermare con certezza al momento, ma penso che questo tipo di numerazione sia andato in un certo senso a perdersi. E' una mia sensazione. Voglio dire, se apparisse un altra divinità si uscirebbe dal contesto della Triade Capitolina, e in ogni caso anche l'idea di Trilogia della saga originaria è andato a predersi. Ovviamente nonè solo questo e sò che per la maggior parte delle cose gli indizi non "incoraggiano" un terzo antenato. Ma continuo a vedere Desmond come un elemento "autonomo", non so se mi spiego.

      Elimina
    3. Si capisco cosa intendi ma vedi, c'è quella frase di Ezio nel finale, doppiata egregiamente da Baldoin, di un solenne unico, che dice:"Chi siamo noi, benedetti a tal punto da condividere le nostre storie così, da parlarci attraverso i secoli?"

      E' una frase che racchiude tutto il senso della vicenda, Revelations è il punto di congiunzione dei tre personaggi, attribuirne un senso diverso aggiungendo un nuovo protagonista sarebbe uno scempio.

      La visione della trilogia è ancora integra dal mio punto di vista, semplicemente ci troviamo a un secondo capitolo composto da tre cd, una cosa molto vecchia scuola! :D

      Elimina
  5. stavo pensando dato ke diciamo l'animus è il fulcro della saga, anke se mi piacerebbe vedere des ai giorni nostri ke si muove per le stade di new york, anke se tu hai ragione ke nn avrenne senso un nuovo antenato allora mi sono detto poichè nel grande tempio dove tutto il sapere dei cvp è racchiuso desmond dovrà creare un metodo per salvara la terra dato ke quelli dei cvp nn hanno funzionato rivivrà con un cvp tipo zeus per accedere agli archivi oppure un cvp impegnato nella guerra con gli umani.
    possiamo dire ke o l'ultimo capito della saga sarà nn canonico, visto ke quando x esempio abbiamo usato des per entrare nella criptà sotto villa auditore nn avevamo vita, mi spiego meglio quando alla fuga dagli agenti abstergo abbiamo combattuto potevamo prendere un bordello di colpi e nn morire credo ke nn sia fattibile un gioco tutto fuori dall'animus.
    un altra teoria e ke grazzie alla mela e l'animus possiamo avere un paradosso temporale con nel finale di reveletions quindi entrare in contatto con zeus e cecare un metodo per evitare il cataclisma ke avverrà il 21 dicebre l'animus nn potrà mai scomparire xkè è la base del gioco.
    in conclusione sn daccordo con la teoria ke l'ultimo gioco sarà tutto concentrato su desmon xò senza mettere da parte l'animus
    -gextex-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le scene dove si impersonava Desmond era solo funzionali alla narrazione per questo non c'erano indicatori di salute o quant'altro. Non vedo perché dovrebbe essere una cosa vincolante. Nel prossimo gioco dato che dovrebbe entrare effettivamente in azione l'HUD invece è necessario.
      Per la questione Animus, la macchina è un sofisticato lettore di ricordi che non può in nessun modo entrare in contatto diretto col passato. A quanto sappiamo solo la Mela dell'Eden concede questa possibilità.

      Elimina
    2. prima con la barra della vita a 0 usciva desincronizzato adesso ke uscirà morto, cmq nn ho capito a pieno come zeus viene a contato con des doto ke ezio nn tocca la mela di altair nn ha molto senso come il fatto ke ezio da quella pacca sulla spalla alla figura di demond

      Elimina
    3. http://leveritadellanimus.blogspot.com/2012/01/giunto-temporale-questo-sconosciuto.html Te lo sei perso?

      Elimina
    4. io l'ho letto quando lo hai publicato ma nn l'ho capito a pieno

      Elimina
    5. In parole povere la Mela funge da macchina del tempo mettendo in contatto il presente di Desmond con quello di Ezio.

      Elimina
    6. devo dire che gentex ha sollevato un problema rilevante. In AC per mantenere un alto livello di realisticità hanno sostituito il Game Over con il Desincronizzato in modo da spiegare la morte con qualcosa che non coincideva con i ricordi reali di quella fase della storia. Quindi in AC3 se Des avesse delle barre di energia potrebbe anche morire e questo non sarebbe un cambiamento da poco nella filosofia di del gioco. Io vedo più probabile un episodio in cui si assassino le persone dell'abstergo elencate nel post ma in sequenze di gioco simili a filmati o comunque senza massima liberà di gioco (e quindi senza possibilità di morire). Ed associato a questo prevedo un terzo personaggio che completerebbe il quadro delle 3 vite perse. ci sono 2 cose che me lo fanno pensare e ve le spiego ma sarei felice di sapere il vostro parere a riguardo.
      1) i segni che si vedono sul braccio di Des alla fine di ACR potrebbero significare varie cose ma secondo me la più probabile è che sia la capacità di accedere a ricordi genetici di antenati senza necessità dell'animus. Giove, infatti, gli dice qualcosa come "passa dalla mente alle mani" e poi quello era proprio il braccio che veniva sempre messo nel bracciale in ogni versione dell'animus.
      2) Oltre alla storia attuale o prossimo futuro che è sicuramente la parte più importante del gioco, io direi che un aspetto non da meno è la visione del passato che ci è stata fornita dagli altri capitoli non solo per un discorso cinematografico ma anche di conoscenza del presente attraverso il passato. quindi secondo me per completare il quadro si potrebbe sapere qualcosa di più sulla nascita degli assassini (vedi adamo ed eva) e magari su sviluppi molto più recenti.
      scusate per la lunghezza
      Agnostico :)

      Elimina
    7. P.s. Bellissimo articolo come sempre! Forse vanno anche migliorando
      Agnostico

      Elimina
    8. Agnostico l'importante è non fissarsi troppo su certi aspetti, una barra di desincronizzazione è facilmente sostituibile con la resistenza di un giubbotto antiproiettili ad esempio, senza stare a sbattersi troppo con la fedeltà dei capitoli passati. Tra l'altro la desincronizzazione era imposta proprio perché il game over non si poteva usare, non era una scelta: coi nostri fallimenti Ezio/Altair non moriva, semplicemente il ricordo non andava come doveva e quindi scattava la disconnessione.

      I segni del braccio di Desmond sono una chiara reazione alla Mela, la scena è eloquente. La mano destra ha quei dettagli perché è quella con cui tocca la Mela sotto il Colosseo! ;)

      Elimina
    9. esatto ma non riesco proprio ad immaginare quale sia il potere che gli viene dal braccio. sarà solo un modo per attivare qualcosa nei templi? oppure potrà farlo solo un eventuale figlio con DNA puro? e ancora, se il discorso del ritrovamento dell'eva genetica è così importante per salvare il mondo, basterà un solo capitolo e dare l'epilogo della storia?
      quante domande :)
      Agnostico

      Elimina
    10. nn sarebbe così facile mettere una barra così senza origine tipo noi vediamo la barra della sincronia xkè ce la da l'animus, infatti in ogni gioco dove c'è un aggiornamento dell'animus la barra cambia dal'animus 1.28 del abstergo a quella dell'animus 2.03. x quanto rigurda il discorso mela sn convinto ke la useremo per entrare in contatto con zeus dato ke ne desmon, ne gli assasini, nessuno è ingrado di progettare qualcosa per evitare il cataclisma. anke se credo ke ci saranno delle missioni con des ma nn credo in qualke cisttà dato ke nn ha il tempo mancano circa 70 giorni nn credo ke dall'oggi al domani si creino le soluzioni, se fosse così i cvp si sarebberò salvati

      Elimina
    11. E che ci vuole a giustificare una barra di salute? La metti come indicatore di resistenza in un giubbotto antiproiettili e sei a posto... il fatto di giocare nella realtà non è certo un limite per l'inserimento dell'HUD.

      Elimina
    12. xò campia completamente il gioco diciamo ke con l'animus noi vedevamo quelo ke vedeva desmond tipo prima persona cmq mi piacerebbe un gioco tutto su desmond tipo dopo la catastrofe ke aiuta il padre a ricostruire l'ordine tipo ezio con mario

      Elimina
  6. Magari ci troveremo davanti a un mirror's edge in 3a persona

    RispondiElimina
  7. Modalità Cervello Spento e Creatività di Fan (Non attribuire un livello di serietà superiore al normale):

    E se qui geniacci sfruttatori della Ubisoft, per trovare una soluzione intelligente al tutto, nel prossimo capitolo non "azzardassero" a cambiare il punto di vista della vicenda?
    Detto in parole povera: e se il protagonista del prossimo capitolo fosse "Eva"? :D (Sdegno generale con conseguente lancio di pietre sul sottoscritto, che aveva cercato di tenere negli ultimi mesi un livello di serietà piuttosto alto XD).

    Vabbè, seppur una cavolata del tutto ipotetica, a conti fatti funzionerebbe: Eva dovrebbe incontrarsi con Desmond (che così non è tagliato indecorosamente dalle vicende) e sarebbe dotata di minimo un paio di antenati di rilevanza anche lei (è un Desmond, femmina, non dimentichiamocelo). La "gente" avrebbe il suo fantomatico Assassino Donna e la Ubisoft avrebbe fatto il colpaccio (o la cappellata. Dipende :P)

    Detto questo mi ritiro nel mio antro di vergogna per aver osato scrivere qualcosa di così poco intelligente. ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è proprio una stupidaggine perchè in qualche modo dovranno spiegare chi è eva con relativa discendenza. secondo me la cappellata sarebbe far incontrare a desmondo una donna a caso che lui percepisce col sesto senso e non far vedere lei come un personaggio degno di nota

      Elimina
    2. Mi dispiacerebbe davvero molto se a fine saga cambiassero protagonista proprio nell'ultimo episodio... Secondo me non avrebbe alcun senso dopo anni in cui ci siamo affezionati al personaggio. Una cosa parecchio più interessante, secondo me, sarebbe concludere la saga con Desmond, magari con qualche ricordino di Adamo o di uno dei CVP da cui discendono Adamo ed Eva (così da non creare un nuovo antenato la cui caratterizzazione impallidirebbe di fronte a quella di Ezio in tre giochi), e poi fare una saga dedicata alla discendente di Eva, per mostrare il suo percorso analogo a quello di Desmond e nello stesso periodo di Desmond, pre 21 dicembre. L'unico problema è la giustificazione di una nuova trama ambientata ancora nel 2012 mentre nella realtà ci si troverebbe successivamente...

      Elimina
    3. mi sa tanto che se vorranno soddisfare i fan rispondendo a tutte le domande dovranno fare il primo gioco per PS3 con 2 Blu Ray... ma la vedo difficile

      Elimina
    4. Non riesco proprio a figurarmi una saga totalmente ambientata nel presente ( e no, nemmeno all'epoca dei QVC, troppo avvenieristica e poco sfruttabile). L'ultima cosa che mi viene in mente e che Desmond potrebbe rivivere ricordi "non suoi" come ha fatto Ezio con Altair, ma mi sembrerebbe insensato e privo di senso.
      Un altro personaggio ci sarà, questo è un fatto. Non importa il dove e il quando, ma ce lo metteranno dentro di sicuro, sopportando la vergogna di sfruttarlo per un solo episodio dopo averne spolpati due interi. :)

      Elimina
    5. RETTIFICA: ho errato, con nuovo personaggio non inendevo per forza un antenato di Desmond, ma un nuovo personaggio di rilevanza all'interno della saga.

      Elimina
    6. Per quanto riguarda Eva, sulla guida ufficiale viene accennato come i CVP abbiano manipolato il passato, attraverso i frutti, per far in modo che Des si rechi nel lugo "dove tutto è iniziato", io ho pensato che forse hanno fatto lo stesso con Eva(se è una persona in carne e ossa), e magari dopo il 3 avremo degli spin off su di lei, per capire la sua storia e come è arrivata fino a lì XD

      Elimina
    7. @Saske Esattamente quello che pensavo anche io :P

      Elimina
    8. http://assassinscove.forumfree.it/?t=59051884

      Elimina
  8. Elledy ma infatti io non escludo del tutto la cosa, penso solo che se mai ci dovesse essere la componente antenato il personaggio deve necessariamente essere presente tra le nostre vecchie conoscenze. Un nuovo protagonista uscito dal nulla è un suicidio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo arrivati ad un punto in cui ci troveremo sicuramente di fronte ad un qualcosa di inaspettatao da parte della Ubi. I confini che hanno tracciato sono labili, alle volte da loro stessi ridisegnati ed ampliati. Con gli indizi che ci sono arrivati sembrerebbe davvero che la storia di ACIII sarà improntata semplicemente sulla storia di Desmond. Ma continuo ad essere dell'idea che questo non potrebbe essere realizzabile.

      Elimina
  9. ma se Desmond non fosse realmente il protagonista ma un antenato di un assassino del futuro che entra in contatto con lui tramite un manufatto della prima civilizzazione o tramite una versione più futuristica dell'animus, questo permetterebbe di capire il perchè delle vite perse della famosa frase permettendo così una soluzione di continuità molto accattivante senza impelagare la storia la ricerca di una eva genetica

    RispondiElimina
  10. ragazzi forse avete un po perso di vista un aspetto importante della saga. Dagli ultimi sviluppi di revelation ma anche un po prima, l'attenzione si è spostata soltanto sul problema della tempesta solare. Ed ecco che ci troviamo a dover girare per il pianeta alla ricerca di questi templi e scoprire come salvarlo. Forse in tutto ciò saremo accompagnati anche da qualche marginale ricordo di antenati che ne conoscono le posizioni. Sicuramente si aggiungerà al quadretto anche questa fantomatica Eva che un minimo di storia dovrà pure averla anche se poi la maggior parte sarà negli spin-off.
    Detto questo probabilmente ci vorrà un altro intero gioco per risolvere il problema numero 2... Bisognerà praticamente con una mano salvare il pianeta dal sole (problema numero 1) e con l'altra salvare gli uomini dai cattivi che vogliono zombificarli con la mela (problema numero 2). secondo voi riusciranno a inventare una soluzione soddisfacente per chiudere tutto in un colpo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I templari sono al corrente dell'apocalisse che deve sopraggiungere, il satellite Eye Abstergo verrà attivato proprio in funzione del cataclisma, una volta decimata la popolazione mondiale sarà infatti più semplice gestirla. Evitato il cataclisma quindi parte della minaccia templare è sventata, resta poi eliminare fisicamente l'Ordine e non credo ci vogliano necessariamente due giochi per raccontare questi eventi...

      Elimina
    2. C'è un qualcosa che non mi torna però. Sanno che avverrà l'Apocalisse, e vogliono lanciare in orbita un satellite che quasi sicuramente verrà incenerito dal Flare? Mi smebra strano...

      Elimina
    3. Ti sembra strano perchè magari ti è sfuggito il file 19 del multiplayer di Revelations, Lore. L'Eye è la pietra fondante dell'Akashic Satellite Piexus o ASP. L'ASP è, almeno di facciata, "una rete satellitare per le comunicazioni, l'osservazione e le previsioni meteorologiche" in orbita sin dal 2008. Recentemente la Abstergo lo ha potenziato e la sua rete adesso, secondo i Templari è adeguatamente protetta. Citando il file 19, "Nonostante la crescente attività solare, l'ASP dovrebbe rimanere pienamente operativo, anche nel caso si verificasse lo scenario peggiore." Ed ecco la tua risposta :)

      Elimina
    4. Ecco che ritorna la mia grave falla. :)
      Comunque io rimango della "vecchia scuola" (ovvero ai cari tempi di ACII e di tutto lo scenario apocalittico che ne conveniva) e sono convinto che questa "protezione adeguata" non sarà poi così adeguata. ;)

      Elimina
  11. Intanto complimenti per l'articolo: spettacolare come sempre.
    Il mio commento si divide in due parti uno sognatore e uno realista.
    Il sognatore non riesce a fare a meno di pensare quanto sarebbe bello vedere Desmond usare l'animus e i ricordi di 16 (e i suoi antenati) per trovare Eva mentre gira il mondo cercando di fermare la fine.
    La parte realistica invece mi fa pensare che sarà dura vedere Desmond impiegato in una metropoli (o più) moderne. Perchè? Perchè il motore grafico di AC è sempre lo stesso e, per ovvie limitazioni tecniche dovute anche alle console, non credo sia possibile replicare anche una parte ridotta di una città moderna. Colori, luci, auto diventerebbero esagerate da gestire per il motore grafico. A meno di non ridurre le sezioni di Desmond a dei livelli ridotti con poca libertà di movimento. Altrimenti Ubisoft dovrebbe intervenire pesantemente sul motore oppure cambiarlo totalmente . Lo vedo difficile sinceramente. Quindi, realisticamente, vedremo ancora un uso intenso dell'aminus e personalmente vorrei che fra le tante cose l'epilogo di desmond spiegasse anche la figura di Lucy e della sua morte che ancora e nonostante tutto (prendetemi per malato) non credo sia reale.
    Chissà ... tanto oggi è emerso un nuovo rumor: ac3 ambientato durante la rivoluzione americana ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è da dire che la situazione nel loro 2012 nn è rosea, l'africa è quasi disabitata, gli americani cercano di scappare in messico, ecc.. quindi anche fosse una metropoli, non necessariamente si deve gestire molto traffico, potrebbero far passare una macchina ogni tanto come con i cavalli
      L'aternativa che ci sia poca libertà di movimento con Desmi stuzzica comunque devo dire, magari sequenze mirate a precisi assassinii

      Elimina
    2. Considerazione molto interessante saske! Mi piace!

      Elimina
    3. la penso come saske. Le dinamiche di gioco arebbero totalmente diverse con desmond e perciò è più probabile che ci siano assassinii mirati in aree di gioco limitate. però c'è da dire che non bisogna sottovalutare a ubi. non tanto nel senso del gameplay che richiede troppo tempo ma pensavo più a qualhe bel colpo di scena.
      Ci hanno portato a pensare una fine di gioco lineare: trova i templi, attiva qualcosa per salvare il mondo e intanto spostandoti per il mondi uccidi i templari. e vissero tutti felici e contenti.
      ma o non penso proprio. per esempio: i QVP sono veramente dalla parte degli uomini? il figlio purosangue di Desmond e Eva che ruolo avrà? il S16 ha aiutato Desmond o gli creerà qualche problema?
      cosa ne pensate?

      Elimina
    4. Si può accadere qualsiasi cosa! Per quanto riguarda le "dinamiche totalmente diverse" è proprio quello il punto... dove sta scritto che debbano essere identiche a quelle a cui ci ha abituato ACII (e per estensione ACB e ACR)? Io mi aspetto una roba totalmente nuova, dopotutto Ubisoft è anche l'autrice di Splinter Cell, escludendo quell'oscenità di Conviction la saga di Sam Fisher può fornire un sacco di spunti utili per un approccio più stealth alla saga...

      Elimina
    5. Per i QVP, sinceramente non so, secondo me hanno altri fini, da come si rivolgono a Des e Ezio, li considerano quasi spazzatura. Quindi perchè preoccuparsi che si salvino? Non mi sembrano altruisti fino a questo punto XD

      Elimina
  12. Magari per Lucy non dovremo attendere fino ad AC3... Potrebbero esserci delle informazioni anche pesanti nel prossimo DLC...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per caso avete idea di quando ci sarà un dlc non multiplayer di revelation?

      Elimina
    2. Si spera molto presto, magari intorno a fine febbraio? Perchè poi dovrà cominciare la classica crociata di marketing per il prossimo gioco...

      Elimina
  13. io avrei sperato di vedere Mr. Orelov in Ac3 dato che alla fine di the fall và in america...e poi perche "Secondo Me" nikolai , come desmond è sia discendente di altair che di ezio , dato che durante l'esplosione del bastone a tunguska nikolai (e anche cross) vede barlumi del passato e del futuro...e tra l'altro vede anche una mela dell'eden (nikolai non ne ha mai vista una...) e riflesso nella mela c'è lo zio altair (il che potrebbe essere dovuto a una discendenza??)...e toccando il bastone sente le voci sia di adamo e eva (sicuramente antenati), sia del dialogo tra ezio e rodrigo (il che può essere dovuto o a una eventuale discendenza di nikolai da ezio, o alla trasmissione di dati dal bastone)...ma ora che è uscito sto rumor...mi crolla tutto...nikolai sarebbe stato il primo assassino con lama celata e Carabina...

    RispondiElimina
  14. ...mi rimetto alla clemenza della signoria vostra...
    -L'anonimo di prima-

    RispondiElimina
  15. In realtà se guardi le teorie presenti in http://leveritadellanimus.blogspot.com/2012/01/giunto-temporale-questo-sconosciuto.html , è facile che il Bastone fosse collegato agli altri FE nelle varie epoche storiche, per cui potrebbe benissimo non essere una questione di discendenza ma più di "Rete dei Frutti dell'Eden"...

    RispondiElimina
  16. ho già letto quell'articolo , infatti ho scritto della trasmissione di dati dal bastone ( e tra fde in generale )...comunque potrebbe essere anche possibile l'idea della discendenza (non distruggetemi la mia utopia)...d'altronde quando c'è la ubisoft di mezzo tutto é possibile...anzi ...è lecito...

    RispondiElimina
  17. Un articolo superbo come al solito! ; ) La frase "Tre vite tormentate, Tre vite perse, Tre messaggi consegnati: il saluto, l'avviso, la rivelazione" per me spiega tutto. Il 3 è il numero perfetto. Il messaggio di Altair, Ezio lo ha mandato (il messaggero), e Desmond lo ha ricevuto. Che fine di tipo narrativo potrebbe avere un quarto protagonista? Potrebbe approfondire qualche contesto storico successivo al Rinascimento riguardo alla presenza dei Templari nella storia? No, a quello a mio parere ci hanno abbondantemente spiegato i Glifi, facendo luce su tutti i miti e le leggende (Artù nell'ottica di AC è veramente esistito ed l'Excalibur, la leggendaria spada nella roccia, non era altro che la Spada dell'Eden portata poi anche da Giovanna d'Arco), le guerre mondiali e le figure del XX secolo. In Assassin's Creed III condivido a pieno la fantasiosa ricostruzione di come possa essere strutturato il gameplay grazie alla ShockBlade, e devo ammettere che quando l'ho vista per la prima volta nella mia Enciclopedia ho pensato che Ubisoft volesse "pre-annunciarci" una possibile caratteristica della lama celata presente nel prossimo AC III.
    Se proprio invece ci deve essere un antenato, per me deve esserne più di uno, casomai una Sequenza dedicata ad un antenato in un particolare contesto storico, ma sempre se parliamo a termini di convenienza per Ubisoft. Per me già i titoli fanno capire tutto.
    Assassin's Creed= Altair. Assassin's Creed II=Ezio Assassin's Creed III=Desmond. Per me è sbagliato considerare Brotherhood e Revelations spin-off, perchè a termini di trama sono importanti sia per Ezio che Desmond.
    Comunque condivido come sempre il vostro pensiero e tra l'altro quella lista di obiettivi Abstergo può darci ancora un altro indizio.

    RispondiElimina
  18. So che magari non c'entrerà nulla con l'articolo (davvero ben fatto), ma ultimamente sto riflettendo su qualche spunto trovato su questo blog e sulla scena iniziale dell'ultimo ricordo di Altair, quello della Chiave nella Biblioteca, per intenderci.
    Non solo io, ma anche altri su internet (e forse ne avrete già parlato qui) hanno notato una certa somiglianza tra Darim e il Soggetto 16.
    Sappiamo anche che Desmond discende da Sef, quindi potrebbe essere che 16 e Desmond siano parenti? (che so, cugini di terzo, o quarto grado...)
    In effetti, anche il fatto che abbiano Ezio come antenato comune potrebbe rafforzare l'ipotesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No al contrario, il fatto che abbiano come antenato comune Ezio smentisce totalmente la parentela via Altair. Darim e 16 sono totalmente diversi, i visi sono modellati su due attori distinti.

      Elimina
  19. Hai tralasciato un fatto importante a mio avviso (non ho letto i commenti prima di me quindi può essere che già te l'hanno detto).

    Alla fine di ACR sembra che il camion di Desmond e soci sia appena arrivato a Turin. Che senso avrebbe rispostarsi da lì per tornare a NY?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè, per dirne una a Roma c'erano tre cripte della Prima Civiltà, può essere che anche a New York, che è una grande capitale mondiale come Roma, ce ne sia qualcuna... Senza contare che a NY ci starebbe benissimo una sede gigante dell'Abstergo...

      Elimina
  20. ciao ragazzi, ottimo articolo, premetto che ciò che sto per dire nn è basato su alcun dato certo o dichiarazione ma esclusivamente su deduzioni logiche e personale punto di vista: si è capito da ACR che la missione di desmond consisterà nel trovare i 6 laboratori dei QVP SPARSI nel sottosuolo del pianeta, quindi sarebbe un pò ridicolo trovarli tutti e sei sotto la stessa metropoli, questo presuppone la creazione di almeno 6 città, primo fattore che ritengo ridicolo. secondo punto il totale cambiamento dell'arsenale e la scomparsa delle armi bianche, vedere desmond con un fucile che ammazza nemici e risolve enigmi mi farebbe pensare che mi abbiano sostituito il cd con quello di uncharted di nascosto. terzo ed ultimo punto. la mia visione più che triangolare è costituita da un rombo, altrair ed ezio hanno un alto contenuto di geni QVP che hanno unito attraverso la discendenza in Desmond, ma loro due da dove li hanno presi??? potrebbero essere anche loro due discendendi da due ceppi risalenti ad un comune antenato con le stesse caratteristiche del nostro protagonista? magari sarà proprio lui il terzo antenato di cui rivivremo i ricordi intervallati dalla ricerca dei 6 laboratori di desmond e dalla vicenda di questa "eva" di cui tanto si parla. così facendo le 3 vite sprecate sarebbero quelle dei 3 antenati. magari ho scritto solo cazzate però almeno mi divertirò a vedervi smontare la mia estrosa teoria XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gray, ti accontento subito! :D
      Allora:
      - non è detto che i 6 templi siano collocati sotto 6 città, potrebbero essere in luoghi aperti come quello di Turin, e la cosa si riassumerebbe in un viaggio in giro per il mondo alla scoperta di questi luoghi, ricostruire 6 locations (tieni conto che solo sotto il suolo di Roma c'erano tre cripte della Prima Civilizzazione: Vaticano, Santa Maria in Aracoeli e Tempio di Pitagora) è decisamente più fattibile di riprodurre 6 città dove tra l'altro dovresti inserire missioni, motivi d'esplorazione e interazioni varie.
      - non capisco perché molti di voi colleghino immediatamente contesti moderni con scontri bellici da Guerra Mondiale. Non è detto che Desmond debba per forza sparare e sopratutto in un contesto moderno, come ho scritto sopra, non è fattibile che in mezzo strada avvengano situazioni da Far West. Se hai giocato la saga di Splinter Cell (sempre della Ubisoft tra l'altro) e in particolare il terzo capitolo Chaos Theory, noterai che ci sono tutti i presupposti per delle inflitrazioni stealth armati di coltello (nel caso di Des, di lama celata) serenamente applicabili ad Assassin's Creed (che già ha preso molto dalla saga di Sam Fisher in termini di gameplay)
      - per la questione antenati i motivi per cui non ce ne vedo uno nuovo li ho elencati sopra, i geni QVP di Altair ed Ezio sono scarse rispetto a Desmond e sono il frutto di un intreccio generazionale con uno scarso contributo dal punto di vista sia genetico e dunque narrativo. Dubito insomma che si andrà a scavare ancor prima di Altair, eccezion fatta per Adamo ed Eva che meriterebbero qualche scena di gioco effettivo.

      Ciao!

      Elimina
  21. grazie della spiegazione coso ;), si effettivamente tutto ciò che dici è sensato e x quanto riguarda il terzo antenato mitico ammetto che si tratta di un mio flash campato in aria ma che cmq mi affascina, l'unico appunto che voglio farti riguarda le armi, si è vero non devono esserci necessariamente sparatorie o guerriglie urbane, e desmond potrebbe utilizzare la lama celata o quel coso fulminante di cui si è parlato su, però se messe a confronto con l'enorme arsenale di cui dispone ezio risulterebbero quasi una regressione, cmq ho fiducia nella ubisoft e sono sicuro che qualsiasi cosa decidano assisteremo alla conclusione di un videogioco che rimarrà nella storia, voi intanto continuate a scrivere perchè questo blog è davvero fantastico, al prossimo intervento ;)

    RispondiElimina
  22. Secondo me non si può prescindere da un terzo antenato.Ormai il target è quello,difficilmente la ubisoft rischierebbe di stravolgerlo.Onestamente non posso trovare spiegazioni più dettagliate,è più una sensazione. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece sono proprio convinto che questa "ostinazione" su quel target sarebbe controproducente, rimescolare le carte è necessario. Le meccaniche di ACII hanno raggiunto la saturazione con ACR...

      Elimina
  23. Un piccolo ragionamento sulla citazione che viene sempre nominata da tutti "Tre vite travagliate. Tre vite perse.": allo stato dei fatti, che motivo avrebbe Ubisoft di inserire in un contesto di MARKETING (perché non è una frase che appare nel gioco o è fondamentale all'interno del gioco) una frase che rimanda direttamente ad AC3 in pieno spotting nei confronti di Revelations? Che senso ha? E' come se una squadra di calcio annunciasse la campagna abbonamenti per una stagione successiva senza che l'attuale sia iniziata. Non riesco a trovare un senso compiuto ad un azione del genere, è da luminari pensare a una cosa del genere secondo me. A prescindere da terzo, quarto, quinto antenato o qualunque cosa ci sarà in ACIII è palesemente chiaro che le tre vite a cui si riferisce il messaggio siano Ezio, Altair e Desmond, non perdiamo la chiave del contesto, sù.

    - Sly -

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto! Ecco se c'è proprio una cosa che non si può prescindere è quella, il contesto e tutte le iniziative ad esso collegate. Produrre una storia che abbia un certo spesso comporta dei limiti da rispettare e dei canoni da seguire, stravolgerli significherebbe mettersi i bastoni tra le ruote da soli...

      Elimina
  24. Bel post!Complimenti!...Penso che un Assassin's Creed interamente ambientato in una metropoli del 2012 diventerebbe senz'altro uno sparatutto, che è un cambiamento troppo grosso! Ci saranno di certo ricordi da vivere nell'animus ma penso che gran parte del videogioco riguarderà la storia di desmond!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io continuo a non capire questa associazione così evidente tra moderno e sparatutto. In base a cosa diventerebbe SENZ'ALTRO uno shooter game? Senza includervi quello scandalo di Conviction, la trilogia di Splinter Cell ad esempio è ambientata in un contesto moderno, eppure volano pochissimi proiettili. Tieni a mente che quello tra Assassini e Templari è uno scontro segreto, combattuto all'ombra della società, non possono bombardarsi alla luce del giorno come se niente fosse...

      Elimina
  25. Comunque si hanno poche indiscrezioni,almeno per ora,ma sono sicuro che se ci dovese essere un altro antenato,quest'ultimo avrà sicuramente un ruolo marginale nel prossimo capitolo a vantaggio di Desmond.Ripeto che la mia era solo una sensazione e che ho colto benissimo il messaggio delle tre vite.Speriamo soltanto che il prossimo capitolo sia l'ultimo e che ci "riveli" quello che non ci ha rivelato prima... :D

    RispondiElimina
  26. Mi sembra una buonba teoria questa, in effetti non possono mettere un assassino così, a pesce, solo per concludere la saga. Ma dimentichi una cosa importante: Desmond non può morire. Infatti, quando si trattava di Altair o di Ezio, pure se questi morivano coprivano il fatto come una cattiva sincronizzazione dell'animus. E ti disincronizzavano e risincronizzavano (tipo checkpoint). Con le sessioni con Desmond pure se facevi un salto da millemila metri non ti facevi nulla, e questo è ovvio perchè mica lo possiamo disincronizzare (nella vita reale non c'è l'animus). Quindi mi pare leggermente impossibile una new york ai giorni nstri, sono più propenso ad un riutilizzo dell'animus, ma magari con lo stesso Desmond come protagonista ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelle erano scelte di copione perché negli intermezzi di Desmond era inutile inserire quelle condizioni di giocabilità. Non è un limite invalicabile. Nel momento in cui entrerà in azione Desmond assisteremo al classico game over.
      Se sei playstationaro vedi un po' Uncharted, Drake sbaglia un salto? Caduta libera nel burrone con musica enfatizzante, schermo nero e riavvio. Semplice semplice.

      Elimina
    2. Ma assassin's creed non è uncharted. Se in ac muori, desincronizzazzione. L'hanno fatto per rendere la cosa più realistica senza il classico game over. è ovvio che la morte non è un limite invalicabile, possono mettere anche giunone che appare dal nulla e ti resuscita, ma non è più ac, non è più realistico che se muori nella vita reale ti risincronizzi nel bar più vicino. E poi io aspettavo di vedere cosa si inventavano con un ipotetico animus 3.0 (anche se questo non centra nulla :P)

      Elimina
    3. "Se in ac muori, desincronizzazione" rientra in quel calderone di definizioni della saga che impediscono proprio di pensare facilmente al quadro che ho descritto nel post. Secondo me è un errore legarsi troppo a questi canoni, perché per come lo vedo io, il lavoro di Ubisoft è qualcosa in continuo mutamento. Il realismo si può trasmettere in molti altri modi, il game over non è un problema...

      Elimina
    4. Forse la sincronizzazione non c'è, ma non puoi togliere l'animus. Non è un canone, è una parte integrante del gioco (come il potere di tornare indietro nella saga di prince of persia). Tu dici che è improbabile che ci sia un quarto assassino (e ti do ragione), ma io ritengo improbabile che desmond possa morire e che dopo c'è lo schermo nero, il game over e conseguente ripartenza. Ovviamente è possibile che lo facciano (come la barra della sincronizzazione che è cambiata radicalmente da ac1 a ac2), ma secondo me, se c'è una cosa che non toglieranno è proprio il "viaggetto" nell'animus. Ecco perchè ritengo improbabile il gioco fondato esclusivamente sulla new york dei giorni nostri (magari però qualche missioncina ci sarà, tipo desmond a monteriggioni).

      Elimina
    5. Ma perché non si può togliere l'animus? Dire che è una parte integrande del gioco E' attribuirgli un valore di canone. L'animus tra l'altro ha esaurito la sua funzione. Non vedo proprio cosa potrebbe offrire. Potrebbe anche esserci, ma a questo punto della saga ha un ruolo molto marginale...

      Elimina
    6. bhe magari l'animus adesso è proprio Desmond. Forse per il suo alto genoma degli antenati sarà capace di vedere ad occhi aperti tutti i suoi ricordi genetici invece che le mezze allucinazioni che ha avuto fino ad ora. Per esempio si trova davanti ad una porta in un tempio, non conosce la password e si collega sul posto con i ricordi dell'antenato che è passato di li...

      Agnostico :)

      Elimina
    7. E' la stessa cosa che immaginai al tempo quando Shaun in ACII fa la battuta a Desmond dicendogli che se esagerava con le sessioni non gli sarebbe più servito usare la macchina per vedere i suoi antenati! Io però l'avevo immaginata come una cosa che non riusciva a gestire, con lui che avverte il malessere come in ACII e deve correre a nascondersi da qualche parte per non accasciarsi in un posto troppo esposto. Sai che figata se fosse parte integrante del gameplay? Devi infiltrarti in uno stabilimento Abstergo e ti capita in un momento decisivo, corri ad accasciarti sotto una scrivania di uno degli uffici e rivivi il ricordo. Nel mentre nella realtà sei in balia della fortuna, se hai scelto un posto ottimale campi altrimenti sei a rischio game over. Spettacolo...

      Elimina
    8. Esattamente, io mi riferivo proprio a quell'episodio in cui shaun gli diceva dell'animus. Sarebbe veramente una bella svolta in quanto a dinamicità nel gameplay.
      Agnostico :)

      Elimina
  27. Sono Thomas,

    @Anonimo, davvero originale come idea, non ci avevo mai pensato! Desmond sotto allucinazioni da acidi! LOL

    RispondiElimina
  28. Ciao, stavo pensando... oltre quello che hai detto tu e premetto che le mie sono solo ipotesi, può darsi che nel 3 Desmond si trovi sotto la guida di Erudito. Cavolo, sto impazzendo, non riesco a capire chi sia questo tipo, sembra tanto il gruppo di Anonymous. Forse è italiano, per via del nome? Quello che è certo è che nel 3 ci sarà Daniel Cross, ma vorrei tanto che ci fosse anche Erudito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per adesso sappiamo solo che Erudito sono un collettivo di persone, se il gioco avrà una componente notevole nella modernità ci sarà una buona probabilità di entrarci almeno in contatto... Vedremo!

      Elimina
    2. Come lo sai che è un collettivo di persone? L'hai trovato da qualche parte o ci sei arrivato di logica? Perchè ho letto la pagina di Erudito ma non hai detto se è un solo personaggio o un gruppo di persone...

      Elimina
    3. http://leveritadellanimus.blogspot.com/2011/10/sa-tutto-e-vede-tutto-chi-e-erudito.html

      ultima parte dell'articolo, sotto il video ;)

      Elimina
  29. Ah sì, mi era sfuggito, però suggeriscono, mica è certo. Cioè, ci sono le prove, ma ancora nulla di sicuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I "forse" scritti davanti a certe affermazioni dell'enciclopedia, sono semplici palliativi per camuffare aperti spoiler. Che senso avrebbe altrimenti che un'enciclopedia (e sottolineo enciclopedia, quindi un documento che ufficializza i contenuti) mi metta certe informazioni se poi non sono vere? Il documento perderebbe di senso, l'hanno seguente! :)

      Elimina
  30. Ora che ci penso, gli Eruditi non erano quei preti che Altair "utilizzava" per entrare in città? C'è forse un collegamento?

    RispondiElimina
  31. io la butto li... Ancora non abbiamo saputo niente su erudito e nemmeno sulla madre di Desmond... chissà
    Agnostico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dalla guida di Revelations e dall'Enciclopedia sembra più che la madre di Desmond fosse più la sottomessa della famiglia più che altro. E su Erudito praticamente si sa che sia un gruppo, il Collettivo Erudito. Ora, visto che gli Assassini rimasti sono "dispersi" sul territorio, tutto è possibile, ma il Collettivo dovrebbe essere teoricamente una terza parte, anche se sembra che le sue azioni favoriscano gli incappucciati...

      Elimina
  32. La disamina che avete fatto non fa una grinza, però secondo me dal punto di vista commerciale finirà in qualche grande città nel passato, o Parigi o Londra ci vedrei, il link lo devono inventare loro. A meno che diciamo AC3 non diventi un simil-Splinter cell/Hitman ambientato in una megalopoli tipo New York. Penso che la base rimarrà sempre una grande città da esplorare e attraverso la quale zompettare in giro. Stefano C.

    RispondiElimina
  33. Qualunque ambientazione anche moderna per me va bene...basta che non lo facciano diventare un FPS (se solo prendessero spunto da chaos theory...)
    L'Anonimo Peppe dice: -Meglio un assassino con la cappa , che un assassino con l'AK...-
    -L'Anonimo Peppe-

    RispondiElimina
  34. L'arma bianca spacca il culo a tutti! Ho amici che cercano in tutti i modi di farmi entrare nel vortice di killzone, ma dopo aver giocato ad AC multi le sparatorie mi sembrano una cosa da bambini esaltati iperattivi(senza offesa per ki ama questi giocki). L'arma bianca è la quintessenza dell'arte della guerra, tra agguati e sangue freddo nel saper quando attaccare. Cmq se non andremo in un'altra grande città del passato, questo mi sta bene a patto che le nuove saghe di AC si facciano. Meglio no bruciarsi città come Parigi e Londra in un ruolo marginale in AC3, meglio viversele al 100% in un AC 1bis.

    RispondiElimina
  35. tralasciando AC3 per un attimo(so che è impossibile), secondo voi una nuova saga di AC dopo questa, dovrebbe innestarsi sulla storia che già conosciamo(cioè narrare eventi che tengono conto di quello che abbiamo già vissuto), o vi andrebbe bene un reset degli avvenimenti, cioè inventando una nuova minaccia templare da eliminare e che un nuovo eletto(desmond non è mai esistito) ci salverà? Io mi incazzerei un pò se dovessero inventarsi una nuova saga pretendendo di dimenticarci di tutto quello che è successo.

    RispondiElimina
  36. @corwn
    innanzitutto premetto che gli sviluppatori hanno detto chiaramente che non ci sarà un seguito dopo AC3 (magari forse qualche spin-off)
    Comunque tutta la saga si basa su una storia molto realistica che verrebbe completamente distrutta da una trama che la ignora.
    Detto questo anche io sarei molto contento se non finisse tutto con AC3 perchè tanto la storia e piena di fatti che andrebbero affrontati da un punto di vista "non convenzionale"

    RispondiElimina
  37. Ciao ragazzi, allora il discorso è molto ampio e se la Ubi se la gioca bene verrà fuori qualcosa di assolutamente coerente col gioco.
    Per quanto concerne la questione nuova saga, tempo fa gli sviluppatori hanno dichiarato che quella di Desmond finirà con ACIII ma che il brand continuerà con altre saghe, che quindi prevederanno nuovi personaggi e in sostanza una rimescolata dei caratteri peculiari della saga. Sul fronte narrativo bisogna vedere necessariamente come si chiude questa saga, se il finale sarà aperto o meno, se sarà un loop o meno (vedere prince of persia) eccetera eccetera. Dal mio canto preferirei che la nuova saga sia incentrata in una situazione ante-Desmond, considerando che con la scelta dell'Universo storico, se così possiamo chiamarlo, Ubisoft si è assicurata un grande margine di azione, di eventi e di contesti da sfruttare ce ne sono a bizzeffe. Da qui si deduce che ho una visione di complementarietà in favore della saga di Desmond. Resta tutta da vedere... sul piano gameplay -L'Anonimo Peppe- ha citato un titolo Ubisoft da cui spero attingano a piene mani per applicare il concetto di Assassino anche nella modernità, Splinter Cell della scorsa generazione è l'esempio lampante di come nella modernità, e con artiglieria varia, le sparatorie non siano un obbligo ma anzi una cosa da evitare. Immaginatevi Desmond che si muove con queste meccaniche e avrete tra le mani un concept niente male e assolutamente coerente con quanto narrato fino a ora.

    Salute e Pace

    RispondiElimina
  38. Vorrei fare i miei complimenti a questo blog, ma anche far notare che questo post purtroppo non si regge più in piedi.
    Ormai è ufficiale che ci sarà un terzo antenato, sono state diffuse immagini di un assassino durante la rivoluzione americana e sul sito ufficiale (http://assassinscreed.ubi.com/ac/it-IT/) c'è il conto alla rovescia per l'annuncio ufficiale, che avverrà il 5 marzo alle 18 (ora italiana).
    Personalmente aspetto con ansia chiarimenti dalla Ubisoft.
    Comunque, dopo l'uscita di AC2, il team di AC si "divise" in due: quello "principale" si occupò dello sviluppo di ACB e ACR, mentre quello secondario dello sviluppo di AC3, con un limite di tre anni per l'uscita di AC3. Si sa che AC3 uscirà il 30 ottobre 2012.
    http://images.wikia.com/assassinscreed/it/images/5/57/Packshot_AC3.jpg
    Sopra c'è il link alla copertina del gioco, mi sembra chiaro che desmond rivivrà i ricordi di un antenato nativo americano (notate il tomahawk, arma dei nativi americani, e il fatto che ha arco e frecce)
    http://img.ibtimes.com/it/data/images/full/2012/03/02/10327.jpg
    In questa seconda immagine, a mio avviso l'uomo a cavallo a sinistra è George Washington, che sappiamo essere stato possessore di un FDE, mentre a destra c'è il nuovo antenato.
    http://www.everyeye.it/public/immagini_new2/2012-3-1-610/Assassin-s-Creed-3_XBOX360_w_8027.jpg
    In quest'altra infine è possibile notare l'equipaggiamento dell'assassino (che non ha nulla da invidiare a quello di Ezio).
    Inoltre sulla pagina facebook della ubi sono state pubblicate le copertine per xbox, ps3 e pc
    Salute e Pace
    Nicolò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nicolò, grazie per la segnalazione, ne ero già al corrente ma ho potuto scrivere la mia opinione solo ieri! Trovi tutto nella Home :)

      Elimina
  39. peccato, perchè mentre le tre vite travagliate potevano essere di Des, Ezio e Altair, le tre vite perse potevano essere di Lucy, Cristina e Maria... probabilmente ci hanno messo quanche questa triade per confonderci. UBISOFT WHY U NO EXPLAIN

    RispondiElimina
    Risposte
    1. volevi dire Adha, Maria alla fine fa ben due figli con Altair mentre Adha è l'amore perduto.

      Elimina
  40. salve a tutti, potete chiarirmi un dubbiettino?
    allora si tratta del sesto senso, correggetemi se sbaglio, il sesto senso in pochissime parole sarebbe un senso in piu che avevano i QVP e che permetteva loro di dare "un occhiata" al futuro giusto? ecco volevo sapere l occhio dell acquila sarebbe un "inizio" di questo famoso sesto senso ma non ancora sviluppato al massimo? grazie per la disponibilita e pazienza ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Matteo, il Sesto Senso non è solo la capacità di dare un'occhiata al futuro, ma è proprio una percezione superiore del Tempo e dello Spazio. L'Occhio dell'Aquila è una forma minore di questo potere non totalmente espresso.
      Ezio in Revelations ad esempio ha sviluppato ulteriormente il potere dell'Occhio dell'Aquila (ribattezzato per l'occasione Senso dell'Aquila) permettendogli di vedere tracce del passato ignote a un individuo comune.

      Elimina
  41. ok perfetto grazie mille!! ;)

    RispondiElimina
  42. scusate me lo spiegate perché tutti dicono che assassin cree 3 fa schifo ?

    no davvero è il gioco più completo connor è il personaggio più forte il periodo storico migliore della saga , ok connor è gay però scusate connor è una parodia di batman

    RispondiElimina
  43. quando ho sbloccato tutte le armature lo capitò è come batman connor è scizzofrenico no davvero connor non urla per divertimento è davvero un pazzo furioso. ezio al calare delle tenebre è il tony stark de poveri
    connor l'assassino definitivo

    RispondiElimina
  44. nota a margine se volete acquistare black flag non compratelo per ps3 e xbox dato che è una conversione a ritroso . è in una coversione a ritroso la grafica è orribile è il gameplay è lento compratelo per x box one

    RispondiElimina
  45. datro che in xbox one il gioco è dvd blu ray

    RispondiElimina